FORMIA RIFIUTI ZERO: L’ADDIO DI RAPHAEL ROSSI IN UNA LETTERA DI CONGEDO

Raphael Rossi
Raphael Rossi

L’amministratore della Formia Rifiuti Zero, Raphael Rossi, dà il suo congedo ufficiale dalla società comunale che gestisce l’igiene urbana a Formia e Ventotene

Presto scadrà il mio mandato di amministratore della FRZ srl” – così inizia la lettera di congedo di Rossi (leggila di seguito integralmente) che, dopo qualche polemica anche recente con il Direttore generale Raffaele Rizzo, lascia la guida della società dei rifiuti formiani. Un addio programmato da tempo per il manager che si è diviso tra il sud pontino e Livorno.

Leggi anche:
FORMIA. LA FRZ E GLI AFFIDAMENTI MILIONARI SENZA GARA…ANCHE ALLA SOCIETÀ COINVOLTA NELL’OPERAZIONE ANTIMAFIA

“La mia esperienza a Formia si sta per concludere e il modo migliore per salutarci è continuare a rivolgere il nostro sguardo al futuro, auspicando di proseguire quanto costruito insieme in questi cinque anni, in cui abbiamo scritto un pezzo di storia della città e abbiamo dimostrato che era possibile dare vita a un’azienda virtuosa ambientalmente e sana economicamente.
Insieme a moltissimi di voi ho partecipato alla nascita di questa azienda pubblica che partiva in un contesto difficile e con pochi mezzi materiali. Tutti ci ricordiamo quel lontano 2014, quando molti associavano la nostra nuova avventura al recente fallimento della FormiaServizi o alla gestione critica di Latinambiente”.

I dipendenti della Formia Rifiuti Zero
I dipendenti della Formia Rifiuti Zero

“Allora prevaleva lo scetticismo ma l’amministrazione del Sindaco Bartolomeo ebbe volontà e intelligenza. Partimmo, così, con un capitale di diecimila euro e una sede in prestito in un locale comunale, ma avevamo davanti a noi un grande futuro da realizzare che abbiamo conquistato, giorno dopo giorno, grazie all’impegno di tutti. Da allora molto è stato fatto, abbiamo raggiunto risultati straordinari di raccolta differenziata, abbiamo acquistato i mezzi di proprietà, abbiamo ristrutturato la sede e il centro di raccolta, abbiamo raggiunto altissimi livelli di gradimento da parte della cittadinanza.
Durante l’amministrazione della Sindaca Villa la società ha operato una trasformazione molto importante con l’entrata di Ventotene come socio ampliando la sua missione e il suo operato da Formia Rifiuti Zero a FRZ per un Futuro Rifiuti Zero“.

Leggi anche:
FORMIA. LA FRZ PULISCE I LOCALI DELL’EX SEDE DELLA LEGA, UN TEMPO “REGNO” DI MICHELE FORTE

“Oggi, grazie alla vostra dedizione e al vostro spirito di servizio, la nostra azienda presenta risultati di eccellenza di cui tutti dobbiamo essere orgogliosi e che hanno fatto crescere la nostra dignità lavorativa e il prestigio di un’azienda, che viene riconosciuta come un interlocutore di riferimento dal territorio ma anche da diverse istituzioni nazionali.
Sono stato onorato del rapporto di fiducia che mi avete concesso ed è stato per me un privilegio fondare e poi guidare questa azienda, attraversando acque burrascose ma mantenendo sempre la rotta che ci ha visti crescere, rafforzarci e superare le difficolta. Partendo, lascio un’azienda in buona salute, negli indicatori economici e nei risultati ambientali, ma soprattutto lascio un gruppo di uomini e di donne che hanno dimostrato di avere grandi capacità lavorative e che sono cresciuti in questi anni”.

Leggi anche:
FORMIA RIFIUTI ZERO: SE NE VA IACOMELLI. SUBENTRA RIZZO CHE NELLA VALLE DEL SACCO RITIRÒ LA CANDIDATURA COME DIRETTORE GENERALE

“L’amministratore che è stato scelto, Michele Bernardini, è un professionista valido che ha già operato consulenze per la FRZ e che da decenni è stato direttore generale di società analoghe alla nostra. Il mio incoraggiamento è quello di proseguire nel percorso di crescita aziendale e professionale e di continuare a estendere il territorio servito, proprio per poter erogare al meglio i nostri servizi, continuando a farlo con costi inferiori ai comuni costieri limitrofi. Occorre proseguire nei nostri valori di trasparenza, di integrità ed efficienza, mettendo al primo posto l’attenzione verso i cittadini e i comuni soci. Rivolgendomi ai colleghi della FRZ voglio esortare tutti ad essere orgogliosi del lavoro fatto ma anche a sentirne la responsabilità e a viverne la missione tutti i giorni. Noi operiamo un servizio fondamentale per i nostri territori e per la qualità della vita di tutti noi. Noi proteggiamo la bellezza del nostro ambiente e le splendide immagini di Formia impresse sui nostri mezzi aziendali ce lo ricorderanno ogni giorno. A tutti i dipendenti della società auguro un futuro ricco di soddisfazioni e alla società di continuare il suo percorso di crescita”.

Leggi:
FORMIA RIFIUTI ZERO: ECCO IL DIRETTORE CACCIATO DA LIVORNO E MESSINA. TRA PASTICCI, DOPPI RUOLI E SINDACI NUDI

E proprio oggi il Comune di Formia ha diffuso una nota in cui annuncia, con l’insediamento del nuovo amministratore della Formia Rifiuti Zero, Michele Bernardini, un “cambio di storia e si spera di passo“.

Oggi 4 agosto 2020 nell’Assemblea dei Soci della FRZ in presenza dell’Amministratore Unico uscente, Raphael Rossi, è stata esaminata prima la situazione contabile semestrale della società, affinché si possa nel più breve tempo possibile portare un Piano Economico Finanziario della società, in Consiglio Comunale per approvarlo – si legge nella nota – Successivamente è stato nominato il nuovo Organo Amministrativo, il dott. Michele Bernardini (un foto, sotto), da oggi è il nuovo Amministratore Unico della FRZ. È una giornata importante per la municipalizzata dei comuni di Formia e Ventotene, perché inizia un nuovo percorso e con un nuovo amministratore. Bernardini, selezionato da apposita commissione composta da cinque membri di cui tre esterni e due rappresentanti i comuni soci e nominato dall’Assemblea, vanta un passato e un presente da direttore di società che gestiscono la raccolta dei rifiuti e altri importanti servizi pubblici. Ora la FRZ con la guida del dottor Bernardini dovrà strutturarsi e arricchirsi cercando di assicurare maggiori potenzialità per il Comune di Formia, rappresentando anche la possibilità di estensione ad altri servizi pubblici e potrà inoltre rappresentare, una valida alternativa pubblica, anche per altri comuni del Golfo che decideranno di affidare la raccolta e l’igiene urbana ad un partner pubblico, evitando commistioni con privati, in un settore delicatissimo e pieno di insidie, quale quello dei rifiuti. Ora bisognerà lavorare di più e meglio, affinché il servizio migliori e non di poco”.

Michele Bernardini
Michele Bernardini
CIMITERO DI LATINA
Articolo precedente

LATINA, CIMITERO. IPOGEO VERSUS COMUNE: LA SRL OTTIENE 1,5 MLN DI EURO CON UN DECRETO DEL TRIBUNALE

qualità aria
Prossimo articolo

LAZIO, QUALITÀ DELL'ARIA: AGGIORNATO IL PIANO DI RISANAMENTO

Latest from Same Tags