MINTURNO LIBERA: STEFANELLI CI DÀ RAGIONE SULLA SCUOLA DELL’INFANZIA

Il sindaco Gerardo Stefanelli conferma i dubbi di Minturno Libera: a settembre né scuola dell’infanzia né asilo nido. Lo ha dichiarato in una diretta video (ascolta al minuto 16:50)

Vengono confermate le ipotesi di Minturno Libera direttamente dal primo cittadino. Ecco perché gli attivisti del gruppo politico hanno rilasciato una nota pubblica (di seguito) per ribadire che la scuola dell’infanzia di Marina di Minturno e l’attivazione dell’asilo nido in via Pietro Fedele sono progetto, ad ora, molto lontani dall’essere realizzati.

Avevamo mostrato sin da subito – scrive Minturno Libera – enormi perplessità per la riuscita combinata della realizzazione della nuova scuola dell’infanzia di Marina di Minturno e dell’attivazione del servizio di asilo nido comunale presso l’attuale edificio sito in via Pietro Fedele entro l’anno scolastico 2020/21.

Ebbene, finalmente in data 19 aprile 2020, ossia il giorno dopo le nostre ennesime richieste, il sindaco ci ha dato ragione e finalmente ha chiarito che non verranno realizzati entrambi per settembre prossimo.

Leggi anche:
MINTURNO, SCUOLA DELL’INFANZIA. ML: È ANCORA UN RUDERE

Ovviamente la colpa è stata data al blocco dei cantieri causato dall’emergenza, peccato che l’opera e i 420000 del CIPE siano stati dichiarati nel 2017 e il bando per l’affidamento dell’appalto è stato pubblicato solo a ottobre 2019 e solamente dopo che avevamo riportato in auge la questione per ben due volte tra settembre e ottobre scorso. I lavori, tra l’altro, come dimostrano le nostre foto, erano iniziati a rilento solo a gennaio 2020 dato che a fine febbraio lo stabile si mostrava sempre in condizioni precarie, praticamente ancora un rudere. Ce l’avrebbero fatta senza l’emergenza? Secondo noi no. Ma soprattutto, la cosa che più ci ha lasciato perplessi, è stata la pubblicazione del bando pubblico per l’asilo nido quando la struttura ancora non c’era. Secondo voi è una prassi normale? E se non fossimo usciti sull’argomento quando avrebbero pensato di comunicare ai cittadini che il tutto era naufragato? A settembre? Inoltre, non è da sottacere l’intervento alquanto fuori luogo dell’assessore Mino Bembo che commentava la nostra nota asserendo che noi non avevamo capito e che stavamo facendo disinformazione perché nulla aveva a che fare l’asilo nido con la nuova scuola dell’infanzia e che questo sarebbe stato aperto in via Don Pecorini.

La nuova scuola dell’infanzia di Marina di Minturno, che dovrebbe essere completata entro settembre per consentire in contemporanea la riattivazione del servizio di asilo nido comunale presso l’attuale struttura di Via Pietro Fedele
La nuova scuola dell’infanzia di Marina di Minturno, che dovrebbe essere completata entro settembre per consentire in contemporanea la riattivazione del servizio di asilo nido comunale presso l’attuale struttura di Via Pietro Fedele

Alla luce delle dichiarazioni del sindaco, attendiamo che si scusi pubblicamente per queste sue affermazioni non veritiere. Caro assessore, i cittadini hanno bisogno di certezze non di promesse non mantenute. Piuttosto, se proprio vuole informare la cittadinanza, spieghi come sono stati spesi, se sono stati spesi, i 420000 euro assegnati dal CIPE oltre due anni fa al Comune di Minturno, quanti altri fondi sono stati destinati al completamento di quest’opera a oggi incompiuta e se ancora prevedete di terminarla e quando. Anzi, ci terremmo tanto a essere invitati all’inaugurazione. Ci sentiamo di dire con certezza che illudendo i cittadini e promettendo mari e monti a destra e manca, Minturno non cambia, a differenza di quanto recitano i vostri slogan! Concludiamo ringraziando il primo cittadino per questo chiarimento, anche noi un po’ in ritardo, e facendo i nostri complimenti per la gestione della situazione emergenziale, con un approccio sempre moderato e mai sensazionalistico, a differenza di quello di altri suoi esimi colleghi, con il quale ha cercato brillantemente di infondere la calma nei suoi cittadini.