TERRACINA, CARRO FUNEBRE PER JONATHAN TARQUINIO: UOMO VIOLA MISURE ANTI-COVID-19, MULTATO PER 3000 EURO

polizia

Terracina, partecipa al carro funebre di Jonathan Tarquinio, gli fanno un controllo per le misure anti-Covid-19 e gli comminano la multa massima di 3000 euro: lui sbotta e insulta i poliziotti

Jonathan Tarquinio
Jonathan Tarquinio

L’episodio è avvenuto il giorno in cui si celebravano i funerali di Jonathan Tarquinio, il 35enne deceduto il 28 marzo in seguito a un tragico incidente: il giovane è morto cadendo dalle parti del Monte Giove per recuperare il suo drone.

In realtà, come noto, durante l’emergenza da Coronavirus-Covid non è possibile organizzare e svolgere i funerali. Per tale ragione, come riportato dall’uomo che si è sfogato con un video (vedilo di seguito), prima di essere portato al cimitero per Jonathan c’è stato un passaggio del carro funebre in città.

L’uomo in questione si è recato sul luogo, insieme ad altre persone che conoscevano Tarquinio, per dare il suo ultimo saluto all’amico tragicamente scomparso. Il problema è che non potendo muoversi in ragione dei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri nessuno avrebbe potuto partecipare seguendo l’auto che trasportava il feretro – sono aperti i luoghi di culto solo se si fa rispettare la distanza interpersonale di protezione di almeno un metro e con un numero limitato di partecipanti.

Talché due agenti di Polizia sono intervenuti e non hanno potuto far altro che constatare la violazione dell’uomo il quale, a quanto riportato da lui stesso, si è visto multare per 3000 euro, la pena massima stabilita dalle ultime disposizioni del Governo.

Furioso, l’uomo ha voluto immortalare la sua rabbia insultando i poliziotti con epiteti di vario genere e annunciando di aver interpellato i suoi legali per sporgere querela nei loro confronti.

covid-19
Articolo precedente

LAZIO, COVID-19: I NUOVI CASI ODIERNI SONO 181, A LATINA 12

Covid-19-min
Prossimo articolo

LAZIO-COVID-19. TREND DEI CONTAGI MAI COSÌ BASSO: 6%

Latest from Same Tags