GAETA, EX AVIR: DISSEQUESTRATO IL COMPLESSO CHE TORNA AL COMUNE

Ex Avir a Gaeta

Il Tribunale di Latina ha accolto il ricorso del Comune di Gaeta e ha dissequestrato l’ex Avir che torna nelle disponibilità dell’amministrazione

A prendere la decisione il giudice Laura Morselli che ha restituito l’area dell’ex vetreria di Gaeta all’amministrazione guidata da Cosmo Mitrano.

A settembre 2019, i Carabinieri Forestali Lazio – Gruppo Latina – avevano posto i sigilli all’ex Avir di Gaeta, un provvedimento che rappresentava l’ultima puntata di una storia infinita di sequestri e dissequestri cominciata nel lontano 2011.

L’area di circa 26000 metri quadrati è destinata, secondo i progetti del Comune, a diventare un auditorium, compreso di un ostello della gioventù con tanto di parcheggi interrati, verde pubblico attrezzato, percorsi pedonali, piste ciclabili e il Museo dei Maestri vetrai in onore al passato del complesso.

Lo scorso 11 agosto, infatti, il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano dichiarò in un video autoprodotto di non vedere l’ora di salire su una ruspa e dare attuazione alle diverse sentenze del Consiglio di Stato che avevano attribuito in quei giorni al Comune la proprietà dell’area industriale su cui sorgeva, sino a poco meno di quarant’anni fa, l’ex vetreria Avir a poche centinaia di metri dalla spiaggia di Serapo. 

Il 6 settembre, il consiglio comunale approvò all’unanimità il progetto preliminare di recupero dell’ex Avir, votando anche la variante urbanistica. Poi, dopo otto giorni, la doccia fredda dei nuovi sigilli.

Una impasse che sembra superata dall’accoglimento di ieri in merito al ricorso presentato tramite l’avvocato Giovanni Malinconico per contro del Comune di Gaeta, “alla luce della decorrenza del termine prescrizionale massimo del reato in relazione al quale era stato disposto il sequestro“.

Per il giudice “l’acquisizione di tali beni al patrimonio comunale si è ormai definitivamente realizzata in virtù del procedimento amministrativo, come confermato dal Consiglio di Stato, senza più spazio per un intervento suppletivo del Giudice penale“. Al di là, dunque, di come vada il processo per concorso in lottizzazione abusiva, con l’aggravante della continuazione, eseguita in assenza di autorizzazione o in difformità da essa su area soggetta a vincolo paesaggistico.

AGGIORNAMENTO – Così, oggi, il sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano, sul di dissequestro dell’area.

Ci sono giornate che lasciano il segno, il 18 febbraio 2020 rientra in una di queste. L’area dell’ex vetreria è stata dissequestrata e torna al suo legittimo proprietario: il Comune di Gaeta! Un momento “storico” per la nostra città. E’ stata infatti accolta dal Tribunale di Latina l’istanza che, attraverso il nostro legale, avevamo depositato il 24 ottobre 2019 in merito al dissequestro dell’area ex AVIR. Da ieri per il Giudice non vi è più ragione di mantenere il sequestro preventivo effettuato il 16 settembre 2019 in quanto sono venute meno le ragioni della cautela. Quindi l’area dell’ex opificio dismesso da circa 40 anni viene definitivamente RESTITUITA al Comune di Gaeta quale proprietario. 
Abbiamo atteso con serenità e fiducia confidando nell’operato della Giustizia, nel silenzio e nel rispetto delle parti. Possiamo finalmente tirare un sospiro di sollievo al termine di una vicenda che ha visto l’alternarsi di forti emozioni: 6 settembre 2019, all’unanimità votammo in consiglio comunale il progetto preliminare di recupero, sistemazione e valorizzazione dell’area ex Avir, “Polo Culturale Maestri Vetrai” ed adozione di variante urbanistica. Poi il sequestro qualche giorno dopo che non ha però affievolito la speranza e fiducia di acquisire al Patrimonio comunale l’area della dismessa vetreria. Ieri, 18 febbraio 2020, la sentenza di dissequestro e la restituzione a GAETA dell’ex vetreria. 
L’ho definito un percorso lungo, articolato, complesso, con mille ostacoli ed iniziato già durante il mio primo mandato, ma questo non ci ha fermati perché consapevoli e convinti che non potevano esserci percorsi alternativi per restituire alla città l’area dell’ex Avir che è stata per troppo tempo un “cratere spento” nel cuore della nostra meravigliosa Gaeta! 
Anche se occorre sempre essere cauti e la prudenza non è mai troppa. Intendo infine rivolgere un pensiero a tutti i miei concittadini, a coloro che ci sono stati vicini in questo percorso burrascoso, che ci hanno sempre sostenuto ed hanno creduto nel nostro progetto di recupero e riqualificazione dell’area. Permettetemi di citare in particolar modo un ex vetraio che ci ha recentemente lasciato, Federico Vettraino. Caro Federico, per te e per tutti i vetrai che in quel luogo hanno lavorato e vissuto, ti rinnovo con determinazione la promessa che lì sorgerà il Polo Culturale dei Maestri Vetrai!

violenza di genere
Articolo precedente

SALVATA DAL CANE: FINISCE IN MANETTE PER MALTRATTAMENTI UN 39ENNE DI FORMIA

pneumatici Fondi Lago
Prossimo articolo

FONDI: TROVATE 50 GOMME D'AUTO ABBANDONATE ALL'IDROVORA ACQUACHIARA

Latest from Same Tags