TERRACINA: SEQUESTRO DELLA GUARDIA COSTIERA LIBERA VENTOTTOMILA METRI QUADRI DI SPIAGGIA

Continua l’attività di vigilanza congiunta del personale della Guardia Costiera e della Polizia Locale, su tutto il litorale del Comune di Terracina.

Nella notte tra il 16 ed il 17 agosto, sul Lungomare Circe, sono state rimosse centinaia di attrezzature balneari: ombrelloni, lettini, sdraio ed altri suppellettili vari, lasciati sulla spiaggia libera per occuparla impropriamente e riservarsi un posto privilegiato per la giornata successiva.

Le attrezzature rimosse sono state quindi sequestrate e trasferite presso un deposito comunale, mentre oltre 28000 mq di spiaggia sono stati restituiti all’uso libero e pubblico della collettività.

MARE SICURO

L’intervento, che fa seguito ad altri dello stesso tipo realizzati nei giorni scorsi, fa parte integrante del dispositivo “Mare Sicuro 2019”.

Un’operazione che ha tra i suoi scopi anche quello di garantire il corretto svolgimento delle attività balneari e tutelare coloro che voglio godersi le spiagge e le acque del litorale sud pontino in serenità e sicurezza.

Ecco perché, già dallo scorso anno, l’operazione Mare Sicuro della Guardia Costiera si è focalizzata sempre più sul corretto utilizzo degli arenili.

Sono state organizzate una serie di mirate ed accurate attività di contrasto a tutte le occupazioni illecite ed abusive del demanio marittimo, anche in collaborazione con le Forze di Polizia e dell’Ordine del territorio.

Articolo precedente

MINTURNO, EVADE CON CANNABIS: ARRESTATO

Prossimo articolo

PONTINIA: UFENTE MARRONE, SCONOSCIUTE LE CAUSE

Latest from Same Tags