TERRACINA: COLOSIMO IN VISITA AL FIORINI

Chiara Colosimo
Chiara Colosimo, consigliera alla Pisana di Fratelli d'Italia

Il consigliere regionale Chiara Colosimo di Fratelli d’Italia in visita all’ospedale Fiorini di Terracina

Il consigliere di Fratelli d’Italia e membro della commissione Sanità, Chiara Colosimo, ha visitato ieri pomeriggio l’ospedale Fiorini di Terracina su sollecito del capogruppo di FdI di Terracina, Vincenzo Di Girolamo.

In compagnia anche del consigliere comunale Barboni, la delegazione di Fratelli d’Italia ha incontrato il personale del Fiorini, comparto e dirigenza, che hanno segnalato i disservizi della struttura a partire dall’indebolimento dei reparti. Disservizi che nascono principalmente dalla carenza di medici, dalla riduzione delle sale operatorie, della guardie notturne radiologiche e delle consulenze ortopediche. Il giro è iniziato con un incontro con i medici ed infermieri in servizio presso il pronto soccorso che hanno segnalato un indebolimento del presidio che va avanti da alcuni anni e a cui si aggiunge la mancanza di un comitato cittadino pro-ospedale che tuteli i servizi offerti dal nosocomio.

È seguita poi con la visita al reparto di ortopedia, che ha nella scarsa offerta formativa e nella mancanza di percorsi assistenziali traumatologici specifici le cause della scarsa partecipazione degli specialisti alle manifestazioni d’interesse bandite dalla ASL di Latina. I radiologi del Fiorini, hanno espresso, invece, forti preoccupazioni per la copertura delle guardie notturne e turni festivi. Nel corso dell’incontro si sono ipotizzate soluzioni alle suddette criticità: primo fra tutte l’arrivo dell’università con ortopedici, anestesisti e medici d’urgenza che alzerebbe la qualità del servizio offerto all’utenza. il consigliere regionale Colosimo ha garantito ai consiglieri comunali Di Girolamo e Barboni che porterà la questione in commissione sanità.

Diventa a questo punto fondamentale l’impegno del sindaco Tintari per sottoscrivere una richiesta di interesse a tutela del presidio centro, coadiuvato dalla partecipazione dei sindaci delle città affluenti all’ospedale Fiorini e della stessa città di Fondi che nell’ospedale San Giovanni di Dio rivive parte delle stesse problematiche. La Colosimo ha, infine, garantito anche il suo impegno affinché non si perda l’ambulanza dei trasporti proprio presso l’ospedale di Fondi.

Articolo precedente

DIRTY GLASS: NUOVO RINVIO DEL PROCESSO TRA IMPEDIMENTI E ISTANZE DI LEGITTIMO SOSPETTO

Articolo successivo

SANITÀ, UNA DELEGAZIONE DI FRATELLI D’ITALIA ALL’OSPEDALE SAN GIOVANNI DI DIO A FONDI

Ultime da Politica