SCUOLE A LATINA: TUTTI GLI INTERVENTI PER ADEGUARSI ALL’EMERGENZA COVID-19

Dall'alto in basso gli Istituti comprensivi Volta, Cena, Manuzio
Dall'alto in basso gli Istituti comprensivi Volta, Cena, Manuzio

La Giunta Municipale, tramite Deliberazione n. 141 dell’11 agosto, ha approvato le schede progettuali degli interventi di adeguamento ed adattamento funzionale degli spazi delle aule scolastiche, predisposte dal Servizio Decoro, Qualità Urbana e Bellezza. Beni Comuni. La spesa complessiva ammonta a circa 670mila euro

Di seguito tutti gli interventi in programma.

I.C. A. Volta – Infanzia M. Ventre / Primaria O. Montiani

  • Recupero dell’ala interdetta, attraverso la realizzazione di interventi strutturali;
  • Sistemazione dell’area esterna per realizzazione di accessibilità differenziata.

I.C. Giovanni Cena – Plesso Secondaria Via Lepanto

  • Recupero della zona interdetta al piano secondo;
  • Messa in sicurezza corridoi interdetti, con sostituzione infissi e rivestimenti scale;
  • Sistemazione dell’area esterna per realizzazione di accessibilità differenziata.

I.C. Aldo Manuzio – Plesso Secondaria Aldo Manuzio

  • Recupero della zona interdetta al piano primo;
  • Messa in sicurezza corridoi interdetti piano terra;
  • Sistemazione dell’area esterna per realizzazione di accessibilità differenziata.

I.C. Alessandro Volta – Plesso Secondaria Alessandro Volta

  • Recupero della palestra interdetta, per predisposizione di percorsi ad accessibilità differenziata;
  • Ampliamento sala docenti attraverso l’abbattimento di un divisorio interno;

I.C. Leonardo da Vinci/Rodari – Plesso Infanzia Via Fattori / Primaria Gianni Rodari

  • Realizzazione nuova aula, all’interno del “Teatrino”;
  • Messa in sicurezza percorsi esterni per divisione dei flussi;
  • Recupero aula e palestra, attraverso la messa in sicurezza dei marciapiedi esterni.

I.C. Emma Castelnuovo – Primaria/Secondaria Via Po

  • Messa in sicurezza percorsi esterni per divisione dei flussi;
  • Recupero palestra, attraverso la messa in sicurezza della parete prospiciente i percorsi esterni e la sistemazione del manto di copertura.

LA NOTA DEL COMUNE DI LATINA

Nella giornata di ieri la Giunta Municipale ha approvato due delibere fondamentali per l’avanzamento dei progetti di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in seguito all’emergenza sanitaria da Covid-19. I progetti saranno realizzati grazie ad un contributo di 670mila euro che il Comune di Latina ha ottenuto dal Miur in seguito ad apposito accreditamento in risposta ad un Avviso pubblico.

Il Servizio Decoro del Comune ha predisposto tre schede progettuali per l’utilizzo dei fondi e gli interventi pianificati consentiranno l’utilizzo di aule interdette e inagibili con l’obiettivo di aumentare gli spazi a disposizione delle scuole e garantire il necessario distanziamento sociale. Parte della somma sarà inoltre destinata all’acquisto di attrezzature utili ad evitare assembramenti mediante la delimitazione dei percorsi di accesso in entrata ed uscita dai plessi scolastici.

Le due delibere approvate dalla Giunta nella seduta di ieri riguardano la variazione di bilancio necessaria all’utilizzo per allocare le somme nei capitoli in entrata ed in uscita, e l’approvazione delle tre schede progettuali.

Nello specifico il primo progetto riguarda l’esecuzione di interventi di manutenzione straordinaria sugli edifici scolastici delle scuole dell’infanzia e primaria di Piazza Dante, finalizzati al recupero di spazi interdetti per inagibilità. L’importo complessivo previsto per questo intervento è di 188.186,50 euro.

Il secondo progetto, per un totale di 462.620,52 euro, prevede invece l’esecuzione di interventi di adeguamento e adattamento funzionale degli spazi di più edifici raggruppati quali:

I.C. Giovanni Cena (scuola secondaria via Lepanto);

I.C. Leonardo Da Vinci/Rodari (scuola dell’infanzia di via Fattori e primaria Gianni Rodari);

I.C. Alessandro Volta (scuola secondaria Alessandro Volta);

I.C. Aldo Manuzio (scuola secondaria Aldo Manuzio);

I.C. Emma Castelnuovo (scuola primaria e secondaria di via Po).

La terza scheda progettuale riguarda infine la fornitura di transennamenti per la delimitazione di percorsi in tutti gli Istituti Comprensivi comunali per un importo complessivo di 19.192,98 euro.

Tutti i lavori dovranno essere conclusi entro il termine del 31 dicembre 2020, indicato nel finanziamento.

L’Assessore a Decoro, Manutenzioni e Patrimonio, Lavori pubblici, Emilio Ranieri: «Grazie a questi contributi abbiamo la possibilità di risolvere criticità importanti, alcune delle quali presenti anche prima che sopraggiungesse il Covid-19. Colgo l’occasione per ringraziare il Servizio Decoro UOC Scuole e manutenzioni che sta lavorando senza sosta per garantire l’avvio dell’anno scolastico e che già dal mese di luglio aveva avviato una serie di interventi manutentivi. Tra l’altro il lavoro già svolto, ricordo ad esempio le verifiche sulla vulnerabilità sismica, ci consente oggi di procedere ancora più spediti con questi tre progetti».

L’Assessore Ranieri – aggiunge Gianmarco Proietti, Assessore alla Pubblica Istruzione – sta coordinando gli interventi delle manutenzioni, l’Assessore Bellini quelli sul trasporto scolastico e le sanificazioni che termineranno il 31 agosto, così come la sistemazione dei giardini, l’Assessora Ciccarelli tutta la programmazione dell’assistenza specialistica e insieme all’Assessora Leggio stiamo organizzando un patto di comunità con le associazioni per l’organizzazione di un piano dell’offerta formativa territoriale. Noi Pubblica Istruzione abbiamo già ripartito i fondi della legge 23, organizzato le cedole librarie scolastiche, gestito l’avvio del servizio mensa in sicurezza e avviato tutta l’organizzazione con i dirigenti scolastici. Ripartire dalla scuola è un complesso lavoro di squadra, fondamentale per la garanzia del diritto allo studio. Ed è un obiettivo raggiungibile se continuiamo a remare tutti insieme nella stessa direzione“.

coronavirus5
Articolo precedente

COVID-19: 4 NUOVI CASI NELLA PROVINCIA DI LATINA TRA IL CAPOLUOGO, PONTINIA E SEZZE

La mappa evidenzia le aree interessate durante l’evento (dalle ore 20 del 9 agosto alle ore 15 del 10 agosto). I colori rappresentano le zone di probabile impatto (le aree rosse sono quelle maggiormente interessate, quelle blu sono quelle a minore impatto). La mappa non contiene informazioni né sul tipo di inquinante emesso né sulla sua concentrazione al suolo. È stato ipotizzato che sia bruciato il 100% del materiale
Prossimo articolo

DISASTRO LOAS AD APRILIA. ARPA: VALORE DIOSSINA NETTAMENTE SUPERIORE A STANDARD

Latest from Same Tags