OMICIDIO DESIRÉE MARIOTTINI. LA TESTIMONE SUGLI IMPUTATI: “AMMISERO LE VIOLENZE”

DESIREE MARIOTTINI

Un’altra testimone al processo sulla morte di Desirée Mariottini ha dichiarato che gli imputati le dissero di essere consapevoli sulle violenze perpetrate contro la 16enne di Cisterna di Latina

Con me – ha dichiarato Narcisa, la testimone che ha deposto ieri – uno degli imputati ha confessato di aver avuto rapporti sessuali consensuali con Desirée dopo averle dato la droga. L’ha ammesso qualche dopo la morte. Anche altri due imputati mi hanno detto di aver avuto rapporti dei rapporti con Desirée. Ognuno, in confidenza, ha scaricato le responsabilità delle violenze sugli altri“.

Così la giovane Narcisa nel processo dove sono imputati Yusuf Salia, Mamadou Gara, Brian Minteh e Chima Alinno accusati di aver violentato e lasciato morire l’adolescente di Cisterna.

La mattina in cui fu ritrovata Desirée, Narcisa vagava nel palazzo degradato di Via dei Lucani a San Lorenzo. Proprio ieri anche lei ha confermato la testimonianza del 52enne marocchino Boujema Kais, rilasciata a luglio.

CC
Articolo precedente

VIGILANTES IN UN LAGO DI SANGUE: ARRESTATO IL COLLEGA 19ENNE DI APRILIA PER TENTATO OMICIDIO

Il Parco Vasco de Gama in un momento di particolare incuria
Prossimo articolo

LATINA: PARCO VASCO DE GAMA AFFIDATO ALLA COOP IL QUADRIFOGLIO

Latest from Same Tags