MEDICI DI BASE DISPOSTI A FARE TAMPONI RAPIDI: NEL LAZIO ADERISCONO IN PIÙ DI 200

tamponi

Coronavirus, D’Amato: “Buona adesione di medici di medicina generale e pediatri per esecuzione tamponi rapidi, prima Regione italiana”

“Si è chiusa oggi la manifestazione di interesse rivolta a medici di medicina generale (MMG) e pediatri di libera scelta (PLS) che ha visto oltre 200 adesioni al bando per l’esecuzione dei test antigenici rapidi. È un ottimo risultato, in linea con le aspettative, e nei prossimi giorni verrà definito un protocollo operativo, assieme allo Spallanzani, per consentire l’esecuzione dei tamponi antigenici in sicurezza e per stabilire le procedure per la distribuzione dei kit e delle apparecchiature portatili. Questa disponibilità consente di costruire una rete territoriale di sorveglianza COVID assolutamente importante, un primo argine. Il Lazio è la prima Regione italiana ad aver bandito questa manifestazione di interesse che rimarrà aperta anche a nuove adesioni e ringrazio sin da ora i MMG e i PLS che hanno aderito. Con questa rete si potenzia ulteriormente l’attività di tracciamento. Fino ad oggi molti medici stanno già prestando la loro attività nelle Unità mobili USCA-R ed hanno acquisito una formazione importante soprattutto in relazione alle procedure di sicurezza, tanto è vero che ad oggi non è stato segnalato nessun caso positivo tra gli operatori delle USCA-R”.

Leggi anche:
COVID-19, TEST RAPIDI: LA PRIORITÀ PER SGRAVARE I DRIVE-IN SONO I MEDICI DI BASE

Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Comune di Latina
Articolo precedente

BAR AREA MERCATO: IL COMUNE DI LATINA PUBBLICA L'AVVISO PER GESTIRLO

monopattino
Prossimo articolo

MONOPATTINI E SHARING: APPROVATE LINEE GUIDA AD APRILIA

Latest from Same Tags