guardia-di-finanza

MAXI CONFISCA ANTIMAFIA AL CLAN DE SILVIO-SPADA: BENI ANCHE A LATINA E TERRACINA

in Giudiziaria

Un milione e 300 mila euro. A tanto ammonta il patrimonio confiscato alle famiglie sinti Spada e De Silvio (il nucleo ciociaro dei Di Silvio) da parte della Guardia di Finanza di Frosinone tramite un’operazione coordinata Direzione distrettuale antimafia di Roma in sinergia con il Tribunale per le misure preventive di Frosinone. Tre ville faraoniche, due unità immobiliari, dodici auto di lusso, immensi terreni tra Frosinone, Latina, Ferentino e Terracina, oltre a numerosi conti correnti, confiscati tutti ad alcuni esponenti dei De Silvio e degli Spada

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone attraverso un’indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, sono riusciti a dimostrare che lo stile di vita delle famiglie residenti tra Frosinone e Latina, era nettamente superiore al reddito dichiarato. Oltre che alla confisca dei beni e di ingenti risorse finanziarie, il Tribunale per le misure preventive di Frosinone ha disposto l’applicazione di sette misure di sicurezza della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, nei confronti di altrettanti esponenti di spicco delle due famiglie: Antonio, Elvis, Angelo, Rosella e Ferdinando De Silvio, più Liliana Spada e Loredana Elena Acatrinei.

Le indagini portate avanti dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Frosinone, attraverso mirati accertamenti bancari e patrimoniali, hanno permesso di ricostruire l’evoluzione dell’intero patrimonio immobiliare e mobiliare acquisito nel corso dell’ultimo ventennio da componenti delle famiglie De Silvio – Spada. Per questo, come previsto dal nuovo Codice Antimafia, è stato eseguito il provvedimento emesso dal Tribunale di Frosinone – Sezione Misure di Prevenzione, sottoponendo a confisca l’ingente patrimonio illecitamente accumulato che diviene definitivamente di proprietà dello Stato.  
Decisiva è stata l’analisi dei redditi dichiarati dal 1998 ad oggi, che spesso sono stati equivalenti a zero, grazie alla quale è emersa la rilevante ed ingiustificata sproporzione con il patrimonio acquisito.

L’attività di confisca portata a termine stamane è una sorta di coronamento dell’operazione “Life Rocking” condotta dagli stessi investigatori nel 2012, quando vennero arrestati componenti delle famiglie De Silvio -Spada, compresi i loro fiancheggiatori, per essere gli artefici di un rilevante traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, nello specifico crack, messo in atto nella città di Frosinone e che vedeva coinvolti, quali acquirenti, moltissimi giovani della provincia ciociara. A seguito di tale operazione il Tribunale di Frosinone, nel maggio del 2016, ha condannato sette componenti delle citate famiglie per i reati di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, riconoscendo per quattro di loro l’associazione a delinquere.

Latest from Giudiziaria

Torna su