LATINA. VARIANTE Q3, IL COMUNE SMENTISCE: NESSUN BLITZ DA PARTE DEL NIPAF

/
comune di Latina

Il Comune smentisce la notizia di un blitz da parte del Nipaf disposto dal pm dott. Giuseppe Miliano della Procura di Latina.
Da quanto si può leggere in un comunicato stampa redatto dall’ente del capoluogo pontino, non è vero che i carabinieri forestali di Latina si sono recati questa mattina negli uffici del Comune ed hanno acquisito atti relativi alla variante del quartiere Q3 approvati con una delibera di giunta.

Dal Comune ribadiscono che: “in merito alla notizia apparsa oggi su alcuni siti di informazione locale si precisa che non c’è stato alcun blitz del Nipaf in Comune e che al momento non è stato notificato alcun atto né acquisito alcun documento. Gli atti e gli allegati relativi alle delibere approvate dalla Giunta il 28 dicembre scorso sono sempre stati consultabili da tutti e saranno pubblicati on line nelle prossime ore. Si ribadisce che la delibera n° 457/2018 non rappresenta una variante essenziale ma la conferma di tutte le destinazioni d’uso già previste dalle Norme Tecniche di Attuazione (art. 14) del PPE Q3 approvato con delibera del Consiglio Comunale n° 39 del 20/03/1998. La Giunta ha approvato l’atto in piena conformità a quanto previsto dalla Legge Regionale n° 36/87 art. 1, comma e). In coerenza con quanto previsto dalle precedenti Amministrazioni, non sono previsti insediamenti abitatitivi in quella zona”.

A questo punto il prossimo appuntamento di questa vicenda poco chiara, nel solco storico dell’urbanistica pontina, è fissata con la Commissione Trasparenza convocata per venerdì 11 gennaio alle 11.30 presso la sala comunale “Rita Calicchia” in Piazza del Popolo, con all’ordine del giorno le varianti Ppe R2 e Q3 (delibere di Giunta municipale 456/2018 e 457/2018), dove parleranno  l’assessore all’urbanistica Francesco Castaldo, il dirigente all’urbanistica Paolo Ferraro e l’assessore alla Legalità e Trasparenza, il vice sindaco Maria Paola Briganti il mistero sull’ennesima vicenda cementizio-speculativa latinense si infittisce.

In una città dove le speculazioni edilizie, i cambi di destinazione d’uso, le perequazioni fasulle e il connubio politica e imprenditorialità hanno fatto, malgrado i cittadini, la storia di Latina, il mistero sull’ennesima vicenda cementizia si infittisce

suicidio
Articolo precedente

FORMIA. ADOLESCENTE SCAPPA DI CASA E MINACCIA IL SUICIDIO: SALVATO DAGLI AGENTI DI POLIZIA

Comune di Latina
Prossimo articolo

LATINA. IL COMUNE FA IL BILANCIO DELLE INIZIATIVE NATALIZIE REALIZZATE

Latest from Same Tags