LATINA, PIÙ DI 24MILA EURO E DROGA: BLOCCATA AL COLOSSEO, GLI AGENTI ARRIVANO AL COMPAGNO CHE FINISCE IN CARCERE

hashish

Latina. Intensificazione attività di controllo del territorio, trovati contanti e hashish: scatta un arresto per detenzione a scopo di spaccio

I poliziotti della Squadra Volante della Questura di Latina, nel corso dei servizi di controllo del territorio, resi sempre più penetranti, hanno effettuato in Via Le Corbusier, in prossimità del “Colosseo”, un posto di blocco, procedendo al controllo di numerose autovetture.

Nel corso dei servizi, gli agenti hanno notato una donna che, alla vista della pattuglia, mostrava segni di nervosismo, tentando di eludere i poliziotti ed allontanarsi dalla zona.

Gli operanti, insospettiti, hanno proceduto alla sua identificazione: la donna è risultata essere una 36enne, incensurata, che, però, ha manifestato sin da subito insofferenza ed intolleranza agli accertamenti di polizia, tanto da indurre i poliziotti a valutare un approfondimento della sua posizione.

La perquisizione personale è stata estesa anche all’abitazione dove i poliziotti hanno trovato, occultato all’interno della cucina, dell’hashish, che la stessa riferiva appartenere al compagno, Roberto Calicchia, 40 anni.

Le immediate attività di indagine hanno permesso di individuare tempestivamente l’uomo, il quale è stato anch’egli sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di ulteriore sostanza stupefacente, suddivisa in dosi, sempre del genere di hashish.

La perquisizione domiciliare ha fatto rinvenire un importante quantitativo della medesima sostanza, per un peso complessivo di circa 400 grammi, nonché cocaina per circa 20 grammi, già suddivisa in dosi confezionate in cellophane e un’ingente somma di denaro in contanti, in banconote di vario taglio consistente in 24.500 euro.

Inoltre, gli agenti hanno trovato alcuni foglietti con sopra trascritti nominativi, cifre in denaro e indicazioni di quantitativi di droga ceduti, nonché il materiale necessario alla pesatura e al confezionamento delle singole dosi di stupefacente per la vendita al dettaglio, quali bilancini, ritagli in cellophane, nastro adesivo ecc.
La cospicua somma di denaro lascia presupporre una fiorente ed avviata nonché proficua attività di spaccio.  

Calicchia è stato quindi tratto in arresto in ordine ai reati di detenzione ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti. Al termine delle rituali formalità, come disposto dal Pm di turno presso la Procura della Repubblica di Latina, Simona Gentile, l’uomo è stato tradotto ed associato presso la locale Casa Circondariale di Latina.