LATINA. INDENNITÀ DEI DIRIGENTI, INDIVIDUATI I NUOVI CRITERI DI CALCOLO

/
indennità

“Compensi dei Dirigenti e indennità, il Comune di Latina compie un altro importante passo in avanti in termini di legalità e trasparenza sempre nel rispetto del lavoro dei principali collaboratori dell’Ente”. A parlare è la Vice Sindaco e Assessore al Personale Maria Paola Briganti. Tra gli indirizzi politici di questa Amministrazione in materia di personale, infatti, c’è stato quello di rimodulare i compensi dei Dirigenti commisurando la parte variabile della loro retribuzione (la cosiddetta indennità di posizione) alla effettiva posizione ricoperta (cioè al servizio assegnato), alle responsabilità assunte, alla complessità delle funzioni svolte e dei problemi, alla strategicità del servizio. Chiaramente questo metodo è prescritto dalla legge, ma si è affrontato il problema anche per l’esigenza di sistemare una situazione di confusione e di stallo, che durava da almeno 7 anni, laddove l’indennità dirigenziale non veniva corrisposta in misura coerente con le effettive complessità e dimensione del servizio affidato, ma “trascinata” dalla persona a fronte di trasferimenti da un servizio all’altro, tra loro anche di rilevanza diversa in misura significativa. Le indennità pertanto sono state graduate e pesate secondo precisi criteri, dando il seguente risultato riferito a ciascun servizio: Decoro, Qualità Urbana e Bellezza. Beni Comuni (punteggio 111): € 45.000; Polizia Locale e Trasporti (punteggio 110): € 45.000; Politiche di Gestione e Assetto del Territorio (punteggio 110): € 45.000; Avvocatura (punteggio 103): € 42.000; Lavori Pubblici e Progettazione (punteggio 103): € 42.000; Programmazione del Sistema Welfare (punteggio 103): € 42.000; Finanziario e Partecipate (punteggio 99): € 42.000; Ambiente e Protezione Civile (punteggio 96): € 38.000; Attività Produttive, Incoming, Sport (punteggio 93): € 38.000; Relazioni Istituzionali con la Città. Appalti e Contratti (punteggio 92): € 38.000; Gestione e Sviluppo del Personale e dell’Organizzazione (punteggio 91): € 38.000; Entrate (punteggio 90): € 38.000; Cultura, Educazione, Politiche Giovanili (punteggio 88): € 38.000; Sistemi Informativi e Semplificazione (punteggio 83): € 38.000; Demografico e Stato Civile (punteggio 82): € 38.000 e Politiche per lo Sviluppo e l’Internazionalizzazione (punteggio 80): € 35.000. Si tiene a precisare che questo processo, iniziato con l’approvazione, della Giunta, dei criteri da applicare e concluso venerdì 30 novembre con l’approvazione dei punteggi elaborati dall’Organismo Indipendente di Valutazione (che ha applicato i criteri dati all’odierna struttura del nostro Comune), si è avvalso anche del contributo dei dirigenti incaricati, i quali hanno potuto esprimere le loro osservazioni all’OIV e dunque collaborare con l’organo politico e la Direzione generale al raggiungimento del risultato di tale lavoro. «Siamo certi – osserva la Vice Sindaco Briganti – che l’individuazione dei criteri rappresenti il vero valore aggiunto di questo lavoro, del quale l’Ente potrà beneficiare anche a fronte di futuri rivisitazioni della struttura, adeguando più celermente l’entità delle indennità dovute».

emilio ranieri
Articolo precedente

LATINA. L'ASSESSORE RANIERI: "ABBIAMO INVERTITO LA TENDENZA NELL'AZIONE MANUTENTIVA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI"

Prossimo articolo

PENNACCHI CI RICASCA: RENATO PUGLIESE E IL CLAN CIARELLI VITTIME DI RAZZISMO

Latest from Same Tags