LATINA: FERMATA UNA BANDA DI RUMENI DEDITA AL SACCHEGGIO DI GASOLIO, AUTO E MACCHINARI AGRICOLI

polizia

Latina: sgominata una banda specializzata in saccheggi notturni. Due persone arrestate e altre due denunciate: trovati attrezzature agricoli, litri di gasolio, armi e droga

La Polizia di Latina, al fine di contrastare il fenomeno dei furti ai danni di abitazioni e di attività commerciali, ha effettuato specifici servizi straordinari di controllo del territorio, impiegando anche personale investigativo della Squadra Mobile e di tutti e cinque i Commissariati Distaccati di Pubblica Sicurezza della provincia.

Nel corso della notte di ieri, giovedì 8 ottobre, all’interno della zona industriale di Latina Scalo, è stato individuato un furgone, con a bordo due individui, procedere in maniera sospetta; un immediato accertamento ha consentito di verificare la provenienza furtiva del mezzo, rubato a San Felice Circeo.

Ha quindi avuto inizio un delicato servizio di pedinamento, nel corso del quale i due malfattori sono stati osservati mentre forzavano una porta secondaria di un’area di servizio e asportare tre cartoni di cornetti, per poi riprendere la marcia. Successivamente, le stesse persone si sono recate in un’area rurale e dal mezzo hanno scaricato degli irrigatori di grandi dimensioni, una mazza a coppia avente testa di metallo e due taniche in plastica con all’interno due litri di liquido infiammabile tipo “gasolio” e due tubi di gomma, verosimilmente utilizzati per trafugare del gasolio. Uno dei due, quindi, si poneva alla guida di un’auto, mentre l’altro lo tallonava con il furgone ma, percorse poche centinaia di metri, gli uomini sono stati bloccati dai poliziotti della Questura di Latina per essere identificati come il 34enne R.B. e il 55enne e M.B., entrambi cittadini rumeni e gravati da numerosi pregiudizi di polizia contro il patrimonio

All’interno del furgone sono stati rinvenuti strumenti di effrazione e una tanica, mentre all’interno dell’autovettura sono stati trovati due paia di guanti in tessuto, torce elettriche, alcuni coltelli a serramanico, un taglierino, un dispositivo elettronico adoperato per la rilevazione di trasmettitori, arnesi idonei allo scasso e addirittura parti di una Ferrari a conferma della spiccata capacità delinquenziale degli stessi.

Sono state quindi eseguite diverse perquisizioni e, presso un magazzino/deposito ubicato a Lanuvio, sono state rinvenute attrezzature agricole, arnesi da lavoro, chiavi meccaniche e circa 6000 litri di gasolio per autotrazione contenuti in cisterne, un fucile e circa 40 grammi di marjuana. I proprietari, il 22enne D.G. e il 34enne M.G., entrambi cittadini rumeni, sono stati denunciati per ricettazione, porto abusivo di arma da fuoco e detenzione di sostanze stupefacenti.

Alla luce degli elementi probatori, i primi due, R.B. e M.B., sono stati tratti in arresto e tradotti presso la Casa Circondariale di Rebibbia a Roma. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro giacché di provenienza furtiva. 

Sono in corso i necessari accertamenti volti ad individuare i legittimi proprietari dei diversi attrezzi per la successiva restituzione.

Sabaudia consiglio comunale
Articolo precedente

SABAUDIA, IMPIANTI SPORTI: OK AI REGOLAMENTI DAL CONSIGLIO COMUNALE

comune_minturno
Prossimo articolo

BRACCIO AMPUTATO DOPO AVER POTATO GLI ALBERI PER COMUNE DI MINTURNO: TUTTO PRESCRITTO

Latest from Same Tags