Credit to Adnkronos

FONDI ZONA ROSSA: LA REGIONE DISPONE UNA NUOVA (TIMIDA) ORDINANZA. MOF SALVO

in Politica

La Regione Lazio vara la stretta (timida) sul Comune di Fondi: il Vice Presidente Daniele Leodori e l’Assessore alla Sanità Alessio D’Amato cercano di sigillare la zona rossa di Fondi

Beniamino Maschietto vicesindaco di Fondi

Lo avevamo scritto che, dopo il decreto della Presidenza del Consiglio del 22 marzo, Fondi più che zona rossa sembrava essere diventata una zona grigia: l’accavallarsi di decreti e ordinanze non avevano fatto bene né alle regole, né ai cittadini che devono rispettarle né agli watchmen, ossia a quei controllori che quelle regole devono farle rispettare. Fondi come Codogno, insomma, era diventato più di diritto che di fatto (al netto dei tanti cittadini che rispettano le regole e che stanno a casa), nonostante i comunicati del Vice Sindaco Beniamino Maschietto contro la stampa accusata di fare disinformazione.

Nell’ordinanza presidenziale odierna, la Regione Lazio, dopo un confronto con l’Asl di Latina e il Comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico, ha ricordato inoltre che anche al Mof, come noto, è stato riscontrato un primo caso di positività anche se le attività al mercato ortofrutticolo non vengono sospese. Ad ogni modo, viene chiarito un aspetto che, con l’ultimo decreto di Giuseppe Conte, era stato interpretato come una sorta di lasciapassare a chi avesse un’occupazione fuori dal Comune di Fondi: con l’ordinanza di oggi viene fatto espresso divieto di uscire dal territorio comunale per andare a lavorare fuori.

Ecco, nei dettagli, le misure adottate per il contenimento del rischio di diffusione del virus già vigenti, con decorrenza immediata (oggi 27 marzo) e fino al 5 aprile.

MISURE RELATIVE ALLA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE

  1. divieto di allontanamento dal territorio del Comune di Fondi da parte di tutte le persone ivi presenti, anche ove le stesse svolgano attività lavorative fuori dal territorio comunale;
  2. divieto di accesso nel Comune di Fondi, salvo che:
  3. a) per il rientro al domicilio o alla residenza di coloro che fossero fuori dal Comune;
  4. b) per assicurare l’approvvigionamento dei beni di prima necessità;
  5. c) per assicurare lo svolgimento dei servizi essenziali e di pubblica utilità;
  6. d) per lo svolgimento delle attività connesse al ciclo biologico di piante e animali e per le attività del Mercato ortofrutticolo di Fondi, in base alle prescrizioni precedentemente stabilite con Ordinanza regionale Z00012 del 19 marzo 2020.

MISURE RELATIVE AD ATTIVITÀ ISTITUZIONALI E SERVIZI PUBBLICI

  1. sospensione  delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi di cui al punto 2, lett. c) (ndr: servizi essenziali e pubblica utilità);
  2. il passaggio in ingresso e in uscita dal Comune di Fondi è comunque consentito al personale militare, protezione civile, delle forze di polizia, dei vigili del fuoco, del personale medico e sanitario del SSR, farmacisti e veterinari;
  3. 5. soppressione di tutte le fermate dei mezzi pubblici, ivi compreso del trasporto ferroviario;
  4. chiusura dei parchi pubblici, orti comunali, aree di sgambamento cani, aree sportive a libero accesso, servizi igienici pubblici e privati ad uso pubblico e divieto di utilizzo delle relative strutture  e  divieto  delle  riunioni  o  degli  assembramenti   in  luoghi  pubblici  o  aperti  al pubblico;
  5. chiusura al pubblico dei cimiteri comunali, garantendo, comunque, l’erogazione  dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione, cremazione delle salme.

MISURE RELATIVE AD ATTIVITÀ ECONOMICHE E PRODUTTIVE

  1. sospensione dello svolgimento  delle attività produttive, industriali, lavorative e commerciali per i  lavoratori residenti o domiciliati, anche di fatto, nel Comune di Fondi, ad eccezione delle attività di cui ai codici ATECO del Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 25 marzo 2020;
  1. alle attività del Mercato ortofrutticolo di Fondi delle prescrizioni precedentemente stabilite con Ordinanza regionale del 19 marzo 2020 (ndr: quella che trasformava Fondi in zona rossa);
  2. le attività  di  produzione, approvvigionamento, lavorazione e logistica, pure svolte all’interno dell’area del MOF, possono essere espletate anche al di fuori degli orari previsti nell’ordinanza del 19 marzo 2020 e, comunque, non oltre le ore 18, a condizione che vengano poste in essere tutte le misure preventive utili alla riduzione del contagio (distanziamento sociale, uso DPI etc..);                    –
  3. il personale impegnato nel trasporto finalizzato al rifornimento e alla continuità delle attività consentite di cui al punto 10 nel Comune di Fondi è consentito, in ingresso e uscita, previa esibizione di idonea documentazione relativa all’attività, alla merce trasportata  e alla destinazione della stessa.

Latest from Politica

Torna su