DISCARICA DI BORGO MONTELLO: LA BONIFICA RIMANE UN’UTOPIA

in Attualità/Politica

Ieri si è tenuta la conferenza dei servizi riguardante la bonifica della discarica di Borgo Montello.

Come riporta Giorgio Libralato, ambientalista storico del territorio pontino, erano assenti Regione Provincia e ASL, assente pure ARPA che però ha inviato una nota delle analisi e la richiesta a Ecoambiente e Indeco per ottemperare ad alcuni adempimenti. Il nuovo dirigente dell’ufficio ambiente del Comune di Latina, presente insieme a 3 funzionari dell’ufficio, è stato molto esplicito chiedendo tempi e percorsi certi per evitare di dare l’impressione che si stia prendendo in giro la cittadinanza.

Vista Discarica di Borgo Montello

ECOAMBIENTE NON BONIFICA SE NON GUADAGNA

Ecoambiente ha ammesso che il capping zero (una tecnica di bonifica del fondo della discarica) non è stato fatto se non in maniera provvisoria con un telo e che non verrà fatto in maniera permanente poiché manca un accordo di programma che consenta loro di guadagnare. La società ha dichiarato di aver ottenuto, 10 anni fa, un’autorizzazione per un impianto TMB che, però, a loro non interesserebbe portare a termine e per un altro impianto di compostaggio che invece vorrebbero sviluppare e che i dati elaborati da ARPA sono simili a quelli in loro possesso.

Per l’invaso S0 che è sotto la gestione Ecoambiente resta l’ipotesi dello svuotamento con ricollocazione rifiuti e la rinaturalizzazione dell’area.

Sulla questione pende ancora un ricorso al Tar: ovviamente un eventuale accordo di programma significa che vi sarà soltanto un’aggiunta di nuovi volumi. Ammesso che più che bonifica si tratta di una messa in sicurezza e che, dopo 6 o 12 mesi dall’immissione di reagente, potrebbe ripresentarsi lo spauracchio dell’inquinamento.
Su tale questione le aziende hanno preso tempo al fine di rispondere ai rilievi e alle richieste dell’Arpa.

Intanto Ecoambiente, come viene chiesto da anni per tutti gli impianti di rifiuti ed energia, ha geo-referenziato i piezometri con tutti i dati geologici, della falda e degli inquinanti.

Naturalmente per la società, a parte gli inquinanti organici, quelli minerali sarebbero naturali; per fortuna che c’è una falda molto lenta e che l’Astura fa da barriera idraulica con gli inquinanti che restano dentro l’area della discarica. L’inquinamento sarebbe in diminuzione, pur rimanendo tutti i soliti inquinanti e i medesimi piezometri verso gli invasi S1, S3 e S0.

ass ambiente lessio

LE MANCATE PROMESSE DI LBC

Finalmente anche la giunta targata LBC  si è fatta sentire sulla questione della Discarica di Borgo Montello, infatti durante la conferenza dei servizi è intervenuto l’Assessore all’Ambiente di Latina Bene Comune, Roberto Lessio, che ha chiesto che venga messa in atto una bonifica integrale della discarica.
Va detto che l’attuale è stata la giunta delle infinite promesse e della mancata azione, a discapito di quei cittadini che da anni sono dimenticati dalle Istituzioni e soffrono a causa dell’inquinamento che la discarica produce.

LE VOCI DEI CITTADINI

Durante un duro intervento, Paolo Bortoletto, storico attivista di Borgo Montello da anni attivo sul territorio, ha ricordato i danni  da inquinamento che i cittadini sono stati costretti a subire e che hanno portato a malattie e vittime, ancor più fermo l’ intervento dei cittadini presenti che si sono apertamente schierati contro ogni progetto o impianto, dichiarando che tali prospettive hanno significato e significherebbero dolore per chi abita nei pressi della discarica e, in secondo luogo, per tutti i cittadini di Latina.

Un po’ alla volta, nel corso della conferenza di ieri, sono stati evidenziati tutti i dubbi e le denunce dei cittadini oltre che alle perplessità sulla procedura di messa in sicurezza. Inoltre, sono arrivate le importanti conferme sul processo inquinamento in corso che investono le falde. 

Se dopo 6 o 12 mesi di iniezioni d’acqua ossigenata questa si rivela inquinante, quante volte dal 2015 a oggi tale sostanza è stata immessa nelle falde? Come si possono accettare nuovi progetti sugli invasi di Montello, se l’inquinamento continua imperterrito? 

 

Latest from Attualità

Torna su