COVID-19: UN NUOVO CASO A TERRACINA. LA ASL SMENTISCE IL SINDACO BILANCIA: LA SIGNORA DI PRIVERNO È CASO COVID

Istituto Franceschini di Selva Piana, Sabaudia
Istituto Franceschini di Selva Piana, Sabaudia

La Asl di Latina registra un nuovo caso nel Comune di Terracina e il decesso della signora di Priverno di cui Latina Tu ha approfondito la storia (leggi in fondo)

Rispetto alla giornata di ieri, si registra 1 nuovo caso positivo, attualmente ricoverato. Il caso è distribuito nel Comune di Terracina (1).

Si è registrato il decesso di un paziente, residente a Priverno, presso il reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale S.M. Goretti di Latina.

CasiPrevalenzaGuaritiDecedutiPositividi cui a domicilio
5549,63471354827

Nessun paziente Covid è ricoverato presso la Terapia Intensiva del Goretti.

Con riferimento alle notizie diffuse dai mezzi di comunicazione relative al paziente di Priverno (ndr: una donna di 86 anni), notificato positivo nella giornata di ieri e oggi deceduto, si ritiene opportuno formulare alcune precisazioni – si legge nella nota dell’Asl. Il caso si è caratterizzato come positivo, ad un solo gene su tre, con bassissima carica virologica, successivamente a due tamponi negativi, presentando, nel giorno del decesso, un tampone negativo. Il caso va considerato, in via del tutto precauzionale atteso l’attuale stato di emergenza e l’esigenza di adottare ogni misura di contenimento del contagio, come positivo non essendo stato possibile ripetere un ulteriore tampone di verifica. A differenza di quanto sostenuto ieri sera dal sindaco di Priverno Anna Maria Bilancia (leggi link di seguito).

Leggi anche:
COVID-19: DECEDUTA LA DONNA 86ENNE DI PRIVERNO

Trattandosi di un paziente che ha frequentato più di una struttura sanitaria, sono in corso le indagini finalizzate a verificare gli eventuali link epidemiologici. Nello specifico, sempre con riferimento a quanto riportato dai mezzi di comunicazione, si sottolinea che il passaggio presso la struttura di fisioterapia di Selva Piana si è configurato come un transito temporaneo durato solo poche ore.
Si tratta di un evento che, purtroppo, è destinato a ripetersi nel futuro atteso che tutti i pazienti che entrano ed escono, per motivi di ricovero, da una struttura sanitaria sono sottoposti ai test di verifica della positività ma che, in considerazione della grande attenzione che tutte le strutture sanitarie pubbliche private del territorio della Provincia di Latina nell’utilizzo corretto dei dispositivi di protezione, non deve destare allarmi ingiustificati. La nostre strutture, includendo anche quelle private, hanno dimostrato in questo periodo una grande serietà, professionalità e collaborazione allo scopo di contenere la diffusione del virus
.

Leggi anche:
DAL FEMORE ROTTO AL SOSPETTO COVID: GLI ULTIMI GIORNI DELLA DONNA DI PRIVERNO

Nicola Zingaretti
Articolo precedente

ZINGARETTI FIRMA DECRETO, 110 MLN PER AMMODERNAMENTO OSPEDALI: 12,2 ALL'ASL PONTINA

Ripuliamo Sabaudia
Prossimo articolo

"RIPULIAMO SABAUDIA": PARTE LA RACCOLTA RIFIUTI SUL LUNGOMARE

Latest from Same Tags