CISTERNA, UCCISO A FORZA DI BOTTE DA DUE CONNAZIONALI: CONDANNATI PER OMICIDIO PRETERINTENZIONALI

omicidio

Condannati per omicidio al di là delle loro intenzioni i due romeni che a marzo 2019 furono arrestati per aver ucciso a pugni un loro connazionale

Oggi la Corte di Assise del Tribunale di Latina ha condannato a 12 e 8 anni di carcere i due romeni Dan Puiu (38 anni) e Madalin Bogdan (20) per omicidio preterintenzionale. Secondo l’accusa del pubblico ministero Giuseppe Miliano, i due avrebbero ucciso il 51enne Constantin Badalau, che abitava con loro in via Mascarello a Cisterna, colpendolo per futili motivi a calci e pugni fino a farlo morire. In seguito avrebbero pulito l’appartamento facendosi aiutare dalle due donne che vivevano con loro cancellando le tracce di quanto accaduto e sostenendo che il connazionale fosse morto in seguito ad una caduta.

In realtà, – secondo quanto ricostruito dalla Polizia – i due arrestati avrebbero massacrato a calci e pugni la vittima, colpevole di litigare rumorosamente con la compagna e disturbare il loro riposo.

Il pm Miliano, stamani, ha chiesto per loro una condanna a 21 anni di carcere per Bogdan e a 22 anni per Puiu, entrambi ritenuti di omicidio volontario. La difesa ha dato una versione diversa, sostenendo l’assenza della volontà di uccidere chiedendo l’assoluzione o il minimo della pena.

La Corte, presieduta da Gian Luca Soana, ha emesso la sentenza derubricando il reato in omicidio preterintenzionale.

MINACCE
Articolo precedente

MINACCE ALLA MOGLIE: GIOVANE DI LATINA CON PROBLEMI DI DROGA ARRESTATO NEL BOLOGNESE

gdf1
Prossimo articolo

LATINA, LO STUDIO DEI "MIRACOLI FISCALI" SGOMINATO DALLA GDF. CONTESTATE ANCHE MINACCE ED ESTORSIONI

Latest from Same Tags