CISTERNA, SCOPERTO LO STABILE DELLA DROGA ALLA STAZIONE: IN MANETTE NIGERIANO

cisterna

Cisterna di Latina. Contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti, eseguito un altro arresto dal Commissariato: si tratta di un nigeriano

Leggi anche:
SCENDE DAL TRENO CON LA DROGA: ARRESTATO A CISTERNA UN 32ENNE NIGERIANO

Gli uomini del Commissariato di Cisterna, nel pomeriggio di ieri, hanno brillantemente concluso una attività di polizia giudiziaria tesa a contrastare il fenomeno della spaccio di sostanze stupefacenti, traendo in arresto E. A. cittadino nigeriano di 34 anni.

I poliziotti, da diverso tempo impegnati in attenti servizi di osservazione presso le piazze solitamente utilizzate per lo spaccio di droga,  impegnati nei pressi dello scalo ferroviario di Cisterna di Latina, notavano un andirivieni di ragazzi stranieri da uno stabile in stato di abbandono, presso la stazione Ferroviaria di Cisterna di Latina.

Due di questi in particolare attiravano l’attenzione degli investigatori tanto da decidere di procedere ad un loro controllo  Entrambi i due stranieri mostravano da subito un certo nervosismo  e resistenza alle richieste dei poliziotti.

Gli agenti chiedevano loro di esibire tutto il contenuto delle tasche dei pantaloni, cosa che gli stessi  effettuavano consegnando portafogli, cellulari e un mazzo di chiavi, dichiarando di provenire da Colleferro (Roma) dove erano domiciliati.

Il mazzo di chiavi in possesso del 34enne E.A. era proprio quello stesso visto utilizzare per entrare ed uscire dallo stabile dai ragazzi durante il servizio di appostamento. 

Entrati nello stabile, gli agenti del Commissariato si sono fatti indicare la stanza dal 34enne il quale, nonostante un inutile tentativo di fuga e resistenza, non ha potuto evitare che i poliziotti rinvenissero occultati nella stanza più di 300 grammi di marijuana nonché materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi, come bustine in nylon tagliuzzate, un grosso rotolo di cellophane ed un bilancino di precisione, il tutto posto in sequestro.

Al termine delle formalità di rito, lo straniero è stato quindi tratto in arresto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.