AGGRESSIONE IN FRANCIA: IN COMA GIOVANE LATINENSE, JEAN-LUC KRAUTSIEDER

Jean-Luc Krautsieder

Un fatto inedito che risale ai primi di giugno quello della brutale aggressione ai danni di Jean-Luc Krautsieder, 33enne di Latina ora in coma, che dal 2016 si era trasferito a Langon, frazione di Bordeaux in Francia. Della notizia non si era saputo molto finora, vista la discrezione richiesta ai familiari da parte della Gendarmeria francese. Però, alcuni amici di Jean-Luc qualche giorno fa hanno organizzato un evento per la serata del 5 luglio, il cui ricavato verrà donato alla famiglia che sta sostenendo molte spese anche a causa dei 1.500 km che li dividono da Jean-Luc.

FATTI NOTI DELL’AGGRESSIONE

Il referto dell’ospedale in cui è ricoverato in coma Jean-Luc Krautsieder parla di gravi traumi al capo, al volto e allo sterno. La gravità e la localizzazione dei colpi inferti al latinense hanno persuaso il G.I.P. francese a procedere con l’accusa di tentato omicidio.

Jean-Luc Krautsieder

La Gendarmeria francese sta indagando nei confronti di un presunto gruppo di persone che avrebbe aggredito Jean-Luc, dal momento che si esclude che sia stato solo un singolo balordo ad agire. Al momento i dettagli diffusi sono ancora pochi, il movente sarebbe ancora al vaglio degli inquirenti d’oltralpe come l’identificazione degli aggressori.

Grazie alla presenza fortuita di due passanti, che hanno prontamente avvertito le forze dell’ordine francesi e allertato un’autoambulanza, Jean-Luc ha avuto la possibilità di ricevere cure immediate, nonostante fosse già in coma e riverso sull’asfalto.

Fino a qualche giorno fa, lo stato comatoso era stato indotto dai farmaci somministrati dall’équipe di medici che ha in carico Jean-Luc ed ora si attende solo che lui riprenda conoscenza con le sue sole forze.

EVENTO A SOSTEGNO DI JEAN-LUC

Ci Sentirai a Bordeaux – Concerto per Jean“, così i suoi numerosi amici hanno chiamato l’evento musicale che si terrà il 5 luglio prossimo presso l’Evergreen di Latina. La notizia dell’aggressione che ha scosso l’entourage di famigliari e amici per la brutalità e apparente gratuità del movente ha messo in moto l’organizzazione di questo evento nato dall’affetto di chi, in qualche modo, vuole rendersi utile. Il ricavato di questa serata sarà devoluto alla famiglia che sta sostenendo molte spese vista la lontananza del luogo in cui il 33enne di Latina è ricoverato.

Ci sentirai a Bordeaux - Evento per Jean-Luc Krautsieder

CHI È JEAN-LUC KRAUTSIEDER

Ragazzo pulito, perbene, di indole buona, uno di quelli che non farebbe male neanche a una mosca, Jean-Luc nel 2016 decide di lasciare Latina per raggiungere altri famigliari nella piccola cittadina francese di Langon, per darsi una chance, per trovare lavoro. Laureato nel 2013 in Scienze della comunicazione presso La Sapienza di Roma, è redattore per alcune realtà del terzo settore in ambito sociale, ha una passione per la musica, suona la chitarra elettrica e proprio questo gli ha dato la possibilità di lavorare come fonico durante le ultime esperienze nel capoluogo pontino.

Post Facebook del 1° gennaio 2019 di Jean-Luc Krautsieder
Post del 1° gennaio pubblicato sul profilo Facebook di Jean-Luc Krautsieder

La nostalgia della sua città, Latina, lo accompagna sempre perché è qui che è cresciuto, dove ha amici e famiglia, ma lucidamente nel 2016 ha trovato il coraggio di lasciarla per cercare fortuna in un altro luogo, diverso, estero, che gli permettesse di riuscire a trovare una strada, la sua strada, con maggiore dignità lavorativa. Una cosa che al momento, né Latina, né l’Italia riescono a garantire alla maggior parte dei Millennials e delle generazioni più giovani che li seguono.

Articolo precedente

CASO SAMBUCCI, M5S CONTRO PD: "I CHIACCHIERONI DA SALOTTO CI HANNO DICHIARATO GUERRA"

Prossimo articolo

ADRIANO TILGHER: DA VITTORIO DI BATTISTA AD AVANGUARDIA NAZIONALE

Latest from Same Tags