TRAFFICO DI RIFIUTI A CISTERNA: DEL PRETE OTTIENE IL DISSEQUESTRO DI 16 MILIONI

Centro Rottami srl - Cisterna di Latina.
Centro Rottami srl - Cisterna di Latina

Traffico illecito di rifiuti a Cisterna: il patron del Centro Rottami, Leopoldo Del Prete, ottiene la restituzione dei 16 milioni sequestrati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma

A prendere la decisione il Tribunale del Riesame di Roma al quale Del Prete, tramite i legali Napoleone e Censi, si era rivolto dopo che il 3 giugno lo stesso Tribunale lo aveva scarcerato.

Leggi anche:
TRAFFICO RIFIUTI AL CENTRO ROTTAMI DI CISTERNA: SCARCERATO DEL PRETE

Il suo patrimonio, equivalente a soldi e al Centro Rottami di Via Grotte delle Nottole a Cisterna di Latina, era stato sottoposto a sequestro lo scorso 21 maggio quando i Carabinieri della sezione di polizia giudiziaria della Procura di Roma, i Carabinieri forestali del Nipaaf di Latina e Roma e la Guardia di finanza pontina avevano realizzato una vasta operazione che aveva coinvolto 27 persone, destinatari di altrettante misure di custodia cautelare (14 in carcere e 13 agli arresti domiciliari) e ritenute responsabili a vario titolo di traffico illecito di rifiuti, riciclaggio e autoriciclaggio.

Leggi anche:
ANTIMAFIA, TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTI AL CENTRO ROTTAMI DI CISTERNA: 16 MILIONI SEQUESTRATI, IN ARRESTO DEL PRETE

I giudici del Riesame di Roma hanno annullato il sequestro del denaro restituendolo all’imprenditore, ma hanno confermato la medesima misura per il Centro Rottami che rimane in amministrazione giudiziaria.

anas
Articolo precedente

TERRACINA, IMMISSIONI SULL'APPIA: ANAS SU PONTE MAGGIORE, PONTE DI MORELLE E BIVIO DI LA FIORA

tampone
Prossimo articolo

GUERRA DEI TAMPONI: REGIONE LAZIO RICORRE CONTRO IL VIA LIBERA AI TEST PRIVATI

Latest from Same Tags