STALKING, MINACCE E LESIONI: RINVIATO A GIUDIZIO UNO DEI CONDANNATI DI FORMIA CONNECTION

MINACCE

È stato rinviato a giudizio per maltrattamenti in famiglia, lesioni, stalking e atti persecutori Tommaso Desiato, uno dei condannati di Formia Connection

A deciderlo, nella giornata di ieri 16 settembre, il giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Cassino, su richiesta dei pm Marina Marra e Chiara D’Orefice.
La vicenda è molto dolorosa e ha riguardato l’ex compagna di Desiato, Elena Iudicone, e le due figlie minorenni di è tutrice il sindaco di Formia Paola Villa. Nel 2018, ebbe luogo, presso il Tribunale di Cassino, l’incidente probatorio sulle violenze subite dalle due figlie e, secondo l’accusa, perpetrate da Desiato, l’uomo coinvolto e condannato insieme ad Angelo Bardellino, Franco D’Onorio De Meo e Giovanni Luglio nel noto processo Formia Connection.

Leggi anche:
FORMIA CONNECTION, ARRESTATO ANGELO BARDELLINO. IN MANETTE ANCHE DE MEO, DESIATO E LUGLIO: CONDANNE PER QUASI 30 ANNI

La scorsa primavera Bardellino e Luglio furono scarcerati, mentre Desiato e D’Onorio De Meo rimangono in carcere pur essendo tutti e quattro condannati in concorso per lo stesso reato di estorsione.

Leggi anche:
I PROTAGONISTI DI FORMIA CONNECTION (QUASI) TUTTI FUORI: SCARCERATO BARDELLINO

Nel 2018, Il Tribunale dei Minori, che si occupa dei maltrattamenti ai danni delle due ragazze, aveva revocato la potestà genitoriale a Desiato e alla sua ex compagna, ora parte offesa nel processo che inizierà a giugno 2021 e pur essendo stata lei stessa vittima di intimidazioni e soprusi. Molti gli episodi contestati a Desiato che ha visto come soccombenti le figlie minorenni terrorizzate dalla condotta violenta del padre. Di particolare rilievo, tanto da costituire un’aggravante al quadro accusatorio, è il racconto di alcuni episodi, corroborati dalla testimonianza di madre e figlia, in cui l’indagato utilizzò una pistola per intimidire i componenti della famiglia.

La prima a denunciare lo stato delle cose fu l’ex compagna di Desiato; poi, a dicembre 2018, le figlie furono ascoltate dai Carabinieri di Formia e, nella deposizione, la maggiore delle due confermò le intimidazioni e le caratteristiche particolarmente aggressive delle stesse.

Angelo Bardellino e Tommaso Desiato
Angelo Bardellino e Tommaso Desiato
Articolo precedente

IN GIRO CON LA COCAINA: ARRESTATO A LATINA 58ENNE DI SEZZE

COVID
Prossimo articolo

COVID-19: NEL LAZIO 181 CASI SU CIRCA 10MILA TAMPONI. OGGI CRISANTI IN REGIONE LAZIO PER TASK FORCE SU SCUOLE

Latest from Same Tags