buoni spesa sezze

SEZZE, BUONI SPESA: ECCO LE REGOLE PER I COMMERCIANTI

in Notizie

Il Responsabile del Settore VIII del Comune di Sezze, Salvatore Molinari, comunica le modalità dei buoni spesa ai commercianti che hanno aderito all’iniziativa

Alle Attività Commerciali che hanno dato la propria disponibilità ad accettare i buoni spesa Emergenza Covid-19.

MODALITÀ DI UTILIZZO

I buoni spesa del valore di euro 25,00 (venticinque), sono rilasciati dal Comune Sezze e potranno essere spesi anche cumulativamente dal titolare del buono presso gli esercizi convenzionati, entro il 30 aprile 2020, salvo eventuali proroghe che saranno prontamente comunicate.

I cittadini aventi diritto all’utilizzo dei buoni sono liberi di utilizzare gli stessi in uno o più esercizi convenzionati senza vincoli ad alcun esercente.

I buoni spesa non sono convertibili in denaro contante, non danno diritto a resto in contanti, non sono trasferibili, né cedibili a terzi.

A fronte di una spesa di importo maggiore rispetto al buono, la differenza resta a carico dell’acquirente.

MODALITÀ DI PAGAMENTO

Il buono spesa verrà pagato all’esercizio commerciale convenzionato per il valore nominale del buono stesso, mediante bonifico sul conto corrente dedicato.

Il titolare dell’esercizio commerciale convenzionato, ai fini del pagamento, si impegna a consegnare al Comune i buoni ricevuti dai beneficiari che avranno effettuato la spesa, timbrati con propria ragione sociale, data dell’avvenuta riscossione dei buoni e firmati dal responsabile dell’esercizio;

Il pagamento verrà effettuato, previa verifica della regolarità della documentazione presentata.

BENI ACQUISTABILI CON IL BUONO SPESA

Con il buono spesa possono essere acquistati prodotti delle seguenti categorie merceologiche:

  • generi alimentari e alimenti per neonati e bambini
  • beni di prima necessità (igiene personale, igiene della casa, prodotti per l’infanzia, ausili sanitari).

Sono tassativamente esclusi dall’utilizzo dei buoni spesa i seguenti prodotti: tabacchi, alcolici, giochi in denaro (scommesse, gratta e vinci, lotto ecc..), cosmetici, profumi, generi da maquillage e ricariche telefoniche.

È in capo all’esercizio commerciale la verifica del corretto utilizzo del buono da parte dell’utente, verificando che i prodotti acquistati rientrino tra quelli ammessi.

RISERVATEZZA DEI DATI

L’esercizio commerciale è tenuto a garantire che il trattamento dei dati personali dei titolari dei buoni spesa che utilizzeranno i medesimi presso il proprio punto vendita avverrà nel rispetto del Regolamento U.E. 2016/679.

CONTROLLI

Il Comune effettuerà controlli sul corretto utilizzo dei buoni spesa, nel rispetto dei criteri e modalità indicati nella presente comunicazione.

Latest from Notizie

Torna su