NOFI TERZO MANDATO DA PRESIDENTE DEL CENTRO ANZIANI DI ITRI

Giovanni Nofi

Scritto e a cura di Orazio Ruggieri

Raccogliendo 110 consensi tra i 156 votanti (229 sono gli iscritti) che si sono recati a ottemperare al diritto elettorale presso la sala consiliare del municipio, Giovanni Nofi è stato eletto, per la terza volta presidente del Centro Anziani di Itri.

L’elezione di domenica è stata coordinata dalla dott. ssa Moira Zuena, dirigente comunale dei Servizi Sociali, commissario per la gestione del Centro anziani dopo le dimissioni, presentate due anni fa, dall’ex presidente Biagio Pelliccia e la “vacatio” gestionale dovuta alle limitazioni imposte dalle misure anti Covid.

Lo hanno seguito, nella graduatoria espressa dall’urna, Maria Civita Petrillo, con 15 consensi, Alberto Soscia, con 12, Loris Tuccinardi con 11 e Paolo Sagliocco con 5. In virtù del regolamento che stabilisce che il primo degli eletti (erano solo cinque i candidati, tutti “promossi” nel nuovo direttivo) ricopre la carica di presidente, Nofi ha così ricevuto la terza investitura che va ad aggiungersi anche ad altri mandati che lo hanno visto impegnato come semplice componente del direttivo. La prima operazione che lo attende sarà la nomina del vicepresidente, del segretario e del tesoriere. Va ricordato che il nuovo organismo dirigente viene a gestire due centri anziani per ora funzionanti rispettivamente in via don Morosini e in via Madonna delle Grazie.

A caldo, subito dopo l’elezione, Nofi ha sottolineato che il suo compito prioritario è quello di conferire ai due Centri una valenza che va oltre il momento della sola attività ludica, promuovendo incontri, dibattiti, scambi di esperienze con altri centri di ogni parte d’Italia, anche per far svolgere alla sua struttura una funzione di stimolante consulenza nei confronti delle scelte che l’Amministrazione Comunale va a mettere in cantiere.

“Più che certo del sostegno concreto dell’assessore ai Servizi Sociali, Mario Di Mattia –ha pure aggiunto Nofi- mi preme, poi, portare quanto prima a termine l’<incompiuta> del nuovo centro unico in via della Quercia, il cui cantiere ha preso il via nel 2006, con la giunta Agresti e l’ins. Mario Petrillo assessore ai LL.PP., oggi operativo come delegato esterno dell’Amministrazione, e che si presenta, attualmente, come un ricettacolo di ogni sorta di immondizia. Oltre a ospitare in un’unica struttura gli attuali e i futuri iscritti, il costruendo centro di via della Quercia offrirebbe condizioni di accoglienza e igieniche ideali per i suoi ospiti”.  

Articolo precedente

TECNICI PONTINI SULL’ALTARE AI GIOCHI PANASIATICI DI HANOI

Articolo successivo

LA PASSEGGIATA AL PARCO VILLA FOGLIANO: L’EVENTO IN SINERGIA TRA CARABINIERI, LATINAUTISMO E IC VOLTA

Ultime da Attualità

APRE “CISTERNA DIGITALE”

Lo sportello offrirà ai cittadini affiancamento e formazione gratuiti per l’accrescimento delle competenze digitali di base.