LA STRADA MALEDETTA, MUORE IL 25ENNE RENATO MAZZETTI. GRAVE LA FIDANZATA

in Categoria

È il 25enne Renato Mazzetti, originario di Formia – viveva nel rione di Castellone – la vittima del tragico incidente avvenuto nel tardo pomeriggio sulla superstrada Formia-Cassino. La giovane vittima era commesso in un negozio di abbigliamento di Formia. La sua auto, per causa in corso di accertamento, si è ribaltata e il ragazzo ha perso la vita sul colpo.

Non è deceduta ma si trova in gravi condizioni la fidanzata seduta al lato passeggero e che è stata trasferita all’ospedale Dono Svizzero di Formia. Una tragedia immane che ha colpito tutta la città di Formia, il giovane era infatti molto conosciuto nel suo quartiere, il padre ha per molto tempo guidato il comitato di festeggiamenti della festa patronale per Sant’Erasmo.

Ciò che resta, oltre al lutto e alla tragedia, è ancora una volta la circostanza per la quale la superstrada Formia-Cassino si conferma un’arteria mortale, maledetta, dove tanti giovani, in particolare di Formia, hanno perso la vita.

A marzo del 2018 i morti erano stati addirittura tre, tutti giovanissimi tra i 21 e i 44 anni.

Pochi mesi più tardi era toccato a Serena Pezzella, seguita alcuni giorni dopo anche dalla piccola figlia che viaggiava con Lei, Dalia, di appena 3 anni, in un drammatico incidente contro un tir nel luglio 2018.

Nel giugno 2017 morì una 26enne che viaggiava con la famiglia.

Il 25 febbraio del 2016 era toccato al 46enne autotrasportatore Daniele Treglia, morire dopo essere precipitato col proprio camion in una scarpata.

Nel gennaio del 2016 viene travolta e uccisa la 22enne di Formia Michela Minchella, mentre attraversa sulle strisce pedonali nel quartiere di Penitro.

Morti in due anche nell’ottobre del 2012, a perdere la vita dopo un impatto frontale Gerardo di Girolamo e Vincenzo Tafuri.

Tutta la redazione di LatinaTu si stringe e si unisce al cordoglio della famiglia Mazzetti.

Latest from Categoria

Torna su