tampone-coronavirus

LA LETTERA: IN QUESTA EMERGENZA CI SONO CITTADINI PIÙ UGUALI DEGLI ALTRI

in Attualità

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di un lettore che fa un breve ragionamento sui tamponi utilizzati per verificare se una persona sia stata contagiata o meno dal Coronavirus-Covid-19

È utile ricordare che nessun cittadino asintomatico può recarsi alle tende pre-Triage o in qualsiasi Istituto sanitario abilitato a fare i tamponi (come il Goretti di Latina) e pretendere che gli sia applicato un tampone.

Nicola Zingaretti
Nicola Zingaretti durante il video in cui ha annunciato le proprie condizioni di salute

Il Governatore della Regione Lazio Zingaretti ha dichiarato: “Ho il coronavirus…ma sto bene!”
Tralasciamo le dichiarazioni di identico tenore rilasciate da altre autorità omologhe o meno del predetto come anche da noti conduttori o persone di spettacolo.
Come mai costoro, pur stando bene (il che significa non avere alcun sintomo patologico, fosse anche un raffreddore), sono stati sottoposti al tampone anticoronavirus?
È vero che il virus può essere asintomatico, ma è altrettanto chiaro e ripetuto nei provvedimenti ufficiali che un cittadino che non abbia sintomi e chieda l’applicazione del tampone, si sente rispondere, secondo regola, che non può sottoporsi al relativo test.
Si, si può obiettare, ma costoro frequentano giornalmente un alto numero di persone e quindi sono soggetti a rischio.
In disparte il fatto che i provvedimenti governativi non individuano la necessità del test nell’alto numero di frequentazioni quotidiane, ma consigliano semplicemente la riduzione drastica delle stesse, mi chiedo: quanti di noi parimenti frequentano un alto numero di persone?
Qual è la differenza?
La differenza c’è: esistono cittadini più uguali degli altri“.

Latest from Attualità

Torna su