GIORNATA DEI CIPPI DI CONFINE, GLI EVENTI DEL PARCO MONTI AUSONI E LAGO DI FONDI

Il Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi invita a partecipare ai due eventi per celebrare la “Giornata dei Cippi di confine”: “Terminalia – La Festa dei Cippi” che si terrà a Sonnino LT sabato 25 febbraio 2023 e “I sei Cippi e del due vette” in programma a Monte San Biagio LT domenica 26 febbraio 2023.

Le iniziative saranno anche l’occasione per evidenziare l’impegno dell’Ente Parco sulla sentieristica. Infatti, recentemente la Regione Lazio, ha stanziato importanti risorse per il restauro, rifacimento e l’ammodernamento della rete di percorsi e della segnaletica dedicata ai sentieri. Questo per venire incontro e offrire un servizio ottimale nei confronti del crescente numero di appassionanti dell’escursionismo sui nostri monti e non solo.

L’Ente Parco Monti Ausoni e Lago di Fondi sta da tempo lavorando sul progetto inerente alla sentieristica. Diverse azioni sono state già messe in campo e a trarne vantaggio sarà la qualità di vita dei residenti e dei tanti fruitori nel segno del: “Parchi sani, vita sana”. In questo impegno, sarà indispensabile l’apporto e il coinvolgimento dei portatori di interessi, tra questi quello dell’associazionismo.

Anche con questo sentimento e passione, per il terzo anno consecutivo, l’Associazione Brigante Antonio Gasbarrone di Sonnino celebra “l’antico confine”; quest’anno la commemorazione avverrà sabato 25 febbraio su Monte Ceraso (mt 824 s.l.m.) nei Monti Ausoni dove svetta il Cippo papalino\borbonico N° 25 con l’evento pubblico: “Terminalia – La Festa dei Cippi”.

I Terminalia erano un’antica festività religiosa romana dedicata al dio Termine (in latino Terminus), che proteggeva i confini, i festeggiamenti a lui dedicati avvenivano alla fine di febbraio, ecco dunque la scelta di fissare a fine febbraio la festa dei cippi.

Nell’evento del 25 febbraio il programma prevede il raduno dei partecipanti dalle ore 8.00 in P.zza Garibaldi a Sonnino, partenza alle ore 9.00 per il sentiero S1 “Gasbarrone il masnadiero” (Anello Rifugio La Cona – Monte Ceraso – Rifugio Gasperone ) Lunghezza totale Km 4,07.

Dal Ponte dei Ladri tratto in salita fino al rifugio montano La Cona, si risale poi verso la cima di Monte Ceraso (824 mt s.l.m.) dove si trova il Cippo di confine papalino\borbonico N° 25, lo Skyline ed il monumento del brigante Antonio Gasbarrone alias Gasperone, lì si terrà la commemorazione dei Cippi di confine con deposizione di una corona d’alloro e la narrazione della storia dei Cippi e del confine.

Successivamente si riscende verso il rifugio Gasperone, dove si terrà la parte conviviale con una braciata collettiva per l’ora di pranzo.  L’associazione ha predisposto dei punti fuoco con griglie per la cottura dei cibi, ognuno porta la sua carne, per il resto quello che si ha nello zaino si condivide in amicizia. Le note di una musica popolare allieterà l’atmosfera, il rientro in paese è previsto per le ore 16.00. Come in ogni evento i briganti indosseranno gli abiti d’epoca e si udiranno le schioppettate delle loro avancariche. Raccomandazioni: portare acqua sufficiente, abbigliamento adeguato, K-way, consigliati bastoncini da trekking.

Per informazioni: Associazione Brigante Antonio Gasbarrone Cell.: 327 3432844.

Altra bella iniziativa quella organizzata dall’ASD “Svalvolati into the wild” di Terracina e “I Transumanti” che si svolgerà domenica 26 febbraio 2023 per la Giornata dei Cippi di confine.

Per questo evento denominato: “I sei Cippi e del due vette” appuntamento è alle ore 08,00 presso la Vetica, a Monte San Biagio LT. Saranno 10 i km di cammino, per un dislivello di 600 mt. Il rientro alle ore 14,30 circa.

Momento culminante della giornata sarà l’arrivo sulla panoramica vetta del Monte Tavanese, croce dei Transumanti, sul quale saranno riposizionate le bandierine himalayane che lo connotano. Dalla Vetica si arriverà quindi alla fontana del Crapio e da qui passando per la capanna del Gobbo ed il sentiero dei Vallecorsani, Alta via dei Monti Ausoni, si raggiungerà la Serra dei Conti (cippo 28), si continua per Serra Cisterna Mareccia (cippo 27) fino ad arrivare a Monte Cavallo (cippo 26), mt 772, da qui si ritorna sul sentiero delle Torce arrivando alla base di Monte di Mezzo da cui si procederà per raggiungere la vetta del Monte Tavanese, 944 mt e poi scendere dalla parte opposta incontrando i cippi 32 e 31. Tempo totale dell’escursione 5 h. e 30 minuti.

Articolo precedente

PRIMARIE DEL PARTITO DEMOCRATICO A LATINA E PROVINCIA: ECCO COME VOTARE

Articolo successivo

EUROVITA, CONFCONSUMATORI INVITA ALLA CALMA: RICHIEDERE COPIA CONTRATTI

Ultime da Attualità

APRE “CISTERNA DIGITALE”

Lo sportello offrirà ai cittadini affiancamento e formazione gratuiti per l’accrescimento delle competenze digitali di base.