FONDI: ARRESTATO NARCOTRAFFICANTE LEGATO ALLA CAMORRA

castello-di-Fondi

Michele Pandolfi, arrestato a Fondi, nell’ambito dell’Operazione Tufò che ha coinvolto  altre 24 persone, è un corriere della droga che, secondo gli inquirenti, sarebbe in contatto con gli Scissionisti di Secondigliano e la parte economica del Club Contini.

L’operazione aveva come obbiettivo quello di smantellare un’organizzazione che gestiva il narcotraffico tra la Campania e il Lazio.

A capo dell’organizzazione vi era Ciro Capasso, napoletano di 52 anni e broker del traffico di stupefacenti che, dopo alcune difficoltà finanziarie legate a un debito che egli aveva contratto con la camorra, era tornato sul mercato degli stupefacenti, investendo i proventi delle attività criminose nel settore della ristorazione.

Al suo fianco, oltre il figlio Ciro insieme al quale decideva gli acquisti della droga -perlopiù cocaina-, vi era anche una donna, con la quale Capasso aveva un legame affettivo e che è ritenuta appartenente al gruppo di commercianti che Salvatore Botta utilizzava per riciclare parte dei proventi illeciti del clan. 

Fu proprio il legame affettivo che incorreva tra i due a far decidere alla commerciante di accollarsi i debiti dell’uomo, riuscendo nell’impresa di ripagare il milione che Capasso doveva alle organizzazioni mafiose napoletane.

L’ACQUISTO DELLO STUPEFACENTE

Come detto in precedenza i due Capasso decidevano gli acquisti della cocaina, solitamente gli affari venivano portati a compimento  presso una trattoria gestita dal gruppo criminale in via Posillipo a Napoli.

A una di queste riunioni partecipò Rosario Lumia, arrestato successivamente dopo essere stato scoperto con  33 chilogrammi di cocaina nascosti nell’abitacolo della macchina.

Dopo il sequestro, gli inquirenti decidono di eseguire perquisizioni presso la sua abitazione nel quartiere Posillipo di Napoli, il controllo ha permesso di sequestrare 217.000 euro in contanti, 14.000 dollari statunitensi e 3 orologi di lusso (2 rolex e un Hublot) del valore complessivo di circa 20mila euro.

Secondo gli inquirenti la grande disponibilità di contanti e oggetti di lusso a disposizione di Lumia sono il riscontro dell’importante ruolo che egli ricopriva all’interno dell’organizzazione che era verosimilmente quello di  custodire i proventi derivanti dalla vendita dello stupefacente in vista di successive acquisizioni di nuove partite di droga.

Nel luglio 2019  la Sezione Goa dello stesso Gico della Guardia di Finanza in un appartamento a Casalnuovo, alla periferia di Napoli, ha sequestrato 10,750 chilogrammi di cocaina traendo in arresto alcuni membri dell’organizzazione (Carmine PANDOLFI, Antonio GRIMALDI e Antonio RUSSO, oltre allo stesso Ciro CAPASSO), tutti impegnati a definire la spartizione del carico.

Secondo gli inquirenti il valore di mercato al dettaglio dello stupefacente posto sotto sequestro si aggirava intorno ai 10 milioni di euro. 

La cocaina era necessaria ad alimentare alcune piazze di spaccio di Napoli, oltre che della provincia di Salerno e Caserta. 

IMMOBILI  E REDDITO DI CITTADINZA

Non solo droga quindi, gli inquirenti hanno sequestrato 7 società, 3 immobili, 13 veicoli e 68 rapporti finanziari, per un valore complessivo di oltre 1 milione di euro.

Sei tra i nuclei familiari delle 24 colpite dai provvedimenti cautelari personali sono risultati beneficiari di reddito di cittadinanza e le relative posizioni sono state segnalate all’Inps per la revoca del sussidio economico.

ELENCO PERSONE COLPITE DA MISURA CAUTELARE

1. AMBROSINO Maurizio, nato a Napoli il 26.01.1961 
2. AMMENDOLA Gianmarco, nato a Napoli il 25.11.1992 
3. ARUTA Andrea, nato ad Acerra (NA) il 23.01.1986 
4. CAPASSO Antonio, nato a Napoli il 27.07.1991
5. CAPASSO Ciro, nato a Napoli il 24.08.1968 
6. CAPUTO Vincenzo, nato a Napoli il 22.12.1986
7. CATALANO Pasquale, nato a Napoli il 05.12.1960
8. CECI Mariano, nato a Napoli il 19.04.1988
9. COSTABILE Giovanni, nato a Torre Annunziata il 22.06.1993 –
10. D’AMBROSIO Ciro, nato a Napoli il 03.09.1996
11. DI PALMA Lorenzo, nato a Santa Maria Capua Vetere (CE) il 10.02.1965 
12. FLESSIGNO Giuseppe, nato a Napoli il 01.11.1980 
13. GIANNELLI Carlo, nato a Napoli il 10.01.1984
14. GRANATA Giuseppe, nato a Caivano (NA) il 18.09.1957 
15. GRIMALDI Antonio, nato ad Afragola (NA) il 21.08.1960 
16. IODICE Michaela, nata a Napoli il 20.04.1988 
17. LIONE Francesco, nato a Napoli il 10.07.1997 
18. LUMIA Rosario, nato a Napoli il 03.09.1987 
19. ONORATO Alessio, nato a Napoli il 24.08.1981 
20. ONORATO Salvatore, nato a Napoli il 02.05.1998 
21. PANDOLFI Carmine, nato a Napoli il 18.05.1967 
22. RUSSO Antonio, nato Napoli il 08.10.1968
23. SCIARRA Raffaele, nato a Napoli il 23.09.1993 
24. VICINANZA Marco, nato a Salerno il 05.09.1979 

Strada Monfalcone 891
Articolo precedente

I TERRENI DI BORGO MONTELLO ACQUISTATI DA UN GIOVANE IMPRENDITORE

Prossimo articolo

LA POLITICA PONTINA SCIVOLA SUL CAPORALATO

Latest from Same Tags