baby sitter nonni

FASE 2, LINEE GUIDA DELLE REGIONI: NO AI NONNI BABY SITTER

in Attualità

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato all’unanimità, con il supporto degli uffici di prevenzione dei Dipartimenti di Sanità pubblica, l’aggiornamento e l’integrazione alle “Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive”

Le nuove linee guida per le riaperture stilate venerdì dalle Regioni saranno inviate al Governo, che potrà così aggiornare il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri sulla fase 2 e integrare le disposizioni già adottate. Diversi i temi e settori toccati: dai centri estivi alle sagre di paese, dai campeggi ai rifugi alpini, dai circoli culturali agli autonoleggi.

BAMBINI E NONNI – I centri estivi e i servizi per l’infanzia prevedono zone di accoglienza per gli accompagnatori, parenti o baby sitter, che però non potranno avere più di 60 anni. Le mascherine dovranno essere usate dai bambini oltre i 6 anni, e la raccomandazione è quella di “privilegiare mascherine colorate e/o con stampe”. I bambini saranno divisi a gruppi e la composizione sarà il più possibile “stabile nel tempo”. Limitazioni anche per i giochi, che dovranno essere disinfettati, e ad uso esclusivo di un singolo gruppo (salvo nuova disinfezione prima dello scambio).

ALBERGHI – Negli hotel l’uso della mascherina per i clienti è previsto negli spazi comuni e varrà sempre il metro di distanza dagli altri ospiti. Ad albergatori e gestori dei camping, che devono rispettare protocolli rigidi per la gestione del microclima degli ambienti, si consiglia l’uso di sistemi automatizzati di check-in e check-out.

SAGRE, CINEMA E SPETTACOLI – Le sagre di paese, se necessario, dovranno essere a ingressi contingentati e con un’entrata e un’uscita. Anche cinema e spettacoli dal vivo avranno limitazioni precise: distanza minima di almeno un metro (esclusi i componenti dei nuclei familiari) tra uno spettatore e l’altro, sia frontalmente che lateralmente. E ci sarà il numero chiuso: massimo 200 persone per gli spettacoli al chiuso e 1.000 per quelli all’aperto. Il distanziamento minimo, 2 metri in questo caso, varrà anche tra gli artisti e il pubblico. Anche per concerti e cinema all’aperto sarà da privilegiare l’ingresso su prenotazione.

PARCHI, SPORT E NOLEGGIO VEICOLI – Per i parchi giochi e a tema si consigliano prenotazione, pagamento, biglietti e compilazione dei moduli preferibilmente online; obbligo di almeno 1 metro tra gli utenti e 2 in caso di attività fisica. Anche negli impianti sportivi bisogna evitare assembramenti, potrà essere rilevata la temperatura, vanno distanziati attrezzi e macchine e il personale deve verificare e indirizzare al rispetto di tutte le norme igieniche e di distanziamento, disinfettare ambienti e attrezzi. Gli utenti non dovranno condividere borracce, bottiglie e bicchieri né scambiarsi asciugamani o accappatoi. Infine, per il noleggio dei veicoli va consentito l’accesso al servizio solo con prenotazione; negli uffici o ai banchi bisogna mettere a disposizione soluzioni per l’igiene delle mani degli utenti ed evitare assembramenti con percorsi guidati. Nei locali chiusi la mascherina è obbligatoria. I mezzi noleggiati vanno puliti e disinfettati prima della consegna.

Latest from Attualità

Torna su