COVID-19: DIDATTICA A DISTANZA NEL SUD PONTINO. SÌ ALLE MASCHERINE A OGNI ORA E OVUNQUE

Prefettura di Latina
La sede della Prefettura in Piazza della Libertà, Latina

Nessuna zona rossa in provincia di Latina ma sì alla mascherina obbligatoria sempre e ovunque per garantire il distanziamento sociale

Da oggi pomeriggio, da quanto si apprende dalla conferenza stampa conseguente alla riunione tra i sindaci della provincia in Prefettura di Latina, i Comuni inizieranno a disporre le ordinanze per obbligare all’uso delle mascherine ad ogni ora e ovunque.

Nessuna zona rossa a Formia ma regole più stringenti. Le scuole comunali, ossia elementari e medie, nel sud pontino (Formia, Itri, Gaeta e Minturno) ripartiranno il 28 settembre a differenza di quelle superiori che saranno attive già da domani 24 settembre ma con la didattica a distanza per i prossimi 15 giorni. Da tenere presente, come ha ricordato il Dirigente UOC Prevenzione Attiva Antonio Sabatucci presente alla conferenza stampa, che alcune scuole in provincia sono già partite, ma in due Comuni su tre – Bassiano e Priverno – ci sono stati problemi e alcune scuole sono state costrette alla sanificazione.

Leggi anche:
COVID-19, PRIMO CASO IN UNA SCUOLA DELLA PROVINCIA: È A PRIVERNO

Partiranno i controlli nei locali per verificare il rispetto delle misure – mascherine e distanziamento – e in caso contrario si procederà alla loro chiusura. Ad Aprilia, dove c’è stato un innalzamento dei contagi, soprattutto tra i giovani, verrà installato, presso il sito dell’ex Acqua Claudia, il drive-in dei tamponi. Oggi mercoledì 23 settembre, come già noto, è ripartito anche il Drive-in di Formia.

Secondo il Dirigente dell’Asl Sabatucci, i dati del contagio della provincia di Latina sono particolarmente preoccupanti e per tale motivo è stato chiesto ai sindaci di intervenire in maniera capillare sul territorio. Ci sono numeri che non c’erano neanche a marzo/aprile e non ci si può permettere di arrivare in autunno con dati così critici. Per l’Asl, la situazione è gestibile (anche grazie alle Forze dell’Ordine) come per esempio a Roccagorga dove, comunque, i positivi sono 16 che per un Comune piccolo non è poco.

Intanto, da venerdì prossimo, salvo imprevisti, il point per i tamponi a Latina città traslocherà in viale Le Corbusier, a ridosso della Pontina, dopo che la Provincia ha ratificato l’autorizzazione affinché l’Asl possa utilizzare la sede dell’ex Sani e dell’ex Università. 

VENTOTENE
Articolo precedente

VENTOTENE: NIDIFICAZIONE DIFFICILE MA LE TARTARUGHE CE LA FANNO

sindacalisti
Prossimo articolo

EX AGRI AMICI DI SEZZE: DALL'INFERNO DI COMMODO AL LIETO FINE DEI PAGAMENTI

Latest from Same Tags