Class action Acqualatina
Gli avvocati che seguono i ricorsi sulle partite pregresse di Acqualatina

CLASS ACTION ACQUALATINA: PER LA CORTE D’APPELLO LE PARTITE PREGRESSE SONO LEGITTIME

in Attualità/Cronaca

Con un mesto comunicato, il comitato Class Action Acqualatina ha reso noto che la Corte d’Appello di Roma ha dato ragione ad Acqualatina Spa sulla dibattuta e ormai famosa questione delle partite pregresse.

La Corte d’Appello ha infatti accolto il reclamo proposto dal gestore della risorsa idrica ritenendo legittime le voci in fattura, ossia le partite pregresse che da sempre animano i propositi del comitato degli avvocati del sud pontino. Non c’è, secondo i giudici, né violazione del principio di irretroattività  né del principio di corrispettività.

Il comitato fa trasparire delusione giudicando errata la decisione della Corte.

Dopo quattro mesi dal deposito del reclamo di Acqualatina, dicono al comitato, è giunta l’ordinanza odierna “ben oltre il termine di 40 giorni previsto dalla legge”.

I sette avvocati del comitato promettono di proseguire la loro azione civico-giuridica per rendere più efficace e trasparente la gestione del servizio idrico al fine, inoltre, della pubblicizzazione dell’acqua stabilita dal referendum del 2011 e agognata da tanti cittadini e comitati che da anni, in Italia, svolgono il loro ruolo di sentinella delle società pubblico-private o private che fanno business con l’acqua.

Al di là dei propositi battaglieri, una brutta sconfitta per la Class Action Acqualatina il cui comitato, a onor del vero, ha dimostrato troppa sicurezza, nei mesi precedenti, dichiarando già vinta una battaglia che, invece, era tutta ancora da giocare.

Latest from Attualità

Torna su